Differenze tra le versioni di "Brancaleone alle crociate"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  6 anni fa
m
→‎Dialoghi: correzioni minori using AWB
m (→‎Dialoghi: correzioni minori using AWB)
m (→‎Dialoghi: correzioni minori using AWB)
*{{NDR|Brancaleone prende in braccio il bambino che Thorz stava per uccidere prima del loro scontro}}<br /> '''Brancaleone''': Alemanno! Ma codesto fantino così ravvolto in ricchi panni, a chi è figlio? Eh? E tu? Non a chi tu sei figlio che ben potemo immaginare chi pote essere tua madre, ma di chi tu si 'l scherano?<br /> '''Thorz''': {{NDR|parlando in quella che sembra una lingua germanica}} Sone mein name ist Thorz. E keinde Mondo. Und tuzzun fuzzun kunz! <br /> '''Panigotto''': Dise che lui se ciama Thorz. Il fantolin l'è fiol de Boemondo re normanno de Sicilia, da due anni in Terra Santa a combatter li infedeli. Profitando de che lo fradello minor de Boemondo, prince Turone, mira a ciaparse lo regno, ecco perché dona molto dinaro all'alemanno per copare {{NDR|uccidere}} lo nipotino Childerico, erede del trono.<br /> '''Rozzone''': Tanta robba ha diciuto? <br /> '''Panigotto''': E quasi, sa: mi g'ho riassunto, ecco.
 
*{{NDR|Brancaleone ed i suoi incontrano un uomo intento a punirsi, spingendo un pesante ceppo legato ad un ramo e ricevendolo poi in caduta in pieno petto.}}<br /> '''Brancaleone''': O tu che a codesto modo di te fai strazio, dinci chi tu sie e lo perché ti lanci.<br /> '''Pattume''': Per mi punire.<br /> '''Brancaleone''': E quali furono le peccata tua per ti punire con cotal furore?<br /> '''Pattume''': Uno. Uno solo. Ma lo più orrendo et abominevole che voi possiate mai immaginare! Pensatelo... L'avete voi pensato?<br /> '''Brancaleone''': BehBe', sì.<br /> '''Pattume''': Bene, eheheh. Issi tutti, petto allo meo, potrìano essere opere di bene.<br /> '''Rozzone''': Alle facce! Hai tu strippato lo fradeio tuo come Caino?<br /> {{NDR|Pattume nega ridendo a tutte le domande}}<br /> '''Panigotto''': Hai tu sputassato nell'acqua santiera?<br /> '''Cieco''': O puramente che ti sei accuccato con tua madre istessa?<br /> {{NDR|Quest'ultima domanda scandalizza tutti i presenti, ma Pattume continua a negare e a ridere. All'improvviso diventa serissimo}}<br /> '''Pattume''': Taluno, cui sofflai nell'orecchio lo peccato meo, perse lo senno, se ne fuggì ululando e ancor si fugge! Et pertanto l'Inferno che m'attende non have strazi bastevoli per me, et però {{NDR|perciò}} rincaro da me stesso la dose in attesa della Morte che ben sì venga!<br /> {{NDR|Brancaleone scatta terrorizzato al sentire il nome della Morte}}<br /> '''Brancaleone''': Shhh shh shhhhh, non facemo nomi! {{NDR|Battendo in testa a Pattume la lancia}}<br /> '''Pattume''': Ancora, che bello male, grazie!
 
*{{NDR|Pattume sta trasportando quello che sembra un piccolo cespuglio}}<br /> '''Rozzone''': Pastùra per la mia crapa {{NDR|capra}}?<br /> '''Pattume''': No, urtìca per lo mio giaciglio!
6 674

contributi