Differenze tra le versioni di "Matera"

93 byte aggiunti ,  6 anni fa
+ cit. abel ferrara
(+ cit. abel ferrara)
*La città è di aspetto curiosissimo, viene situata in tre valli profonde nelle quali, con artificio, e sulla pietra nativa e asciutta, seggono le chiese sopra le case e quelle pendono sotto a queste, confondendo i vivi e morti la stanza. I lumi notturni la fan parere un cielo stellato. ([[Giovan Battista Pacichelli]])
*Le case sono costruite lungo i fianchi di un avvallamento di forma ellittica, dieci case una sull'altra come i posti di un teatro. I morti al di sopra dei vivi. A monte non può esserci un numero di persone maggiore che a valle. Abbiamo pranzato in un giardino, che ci ha messo a disposizione un maniscalco vedendoci, nei sobborghi, in cerca di un albero. È stato gentile e educato. Un tale modo di fare è qui un pò di tutti. ([[George Berkeley]])
*Matera è perfetta per la mia Gerusalemme, esattamente quello che cerco. ([[Abel Ferrara]])
*Matera è un posto difficile da descrivere. È difficile persino da fotografare. Sfugge alle definizioni, sguscia via tra uno scatto e l'altro, tra parola e parola. Bisogna andarci. [...] È un posto unico al mondo, che va attraversato in silenzio, assorti, in modo da catturarne la bellezza selvaggia, caotica, che sfugge a ogni definizione. ([[Licia Troisi]])
*Materah, città bella, estesa et popolata. ([[Idrisi]])
678

contributi