Differenze tra le versioni di "Massimo Moratti"

1 152 byte aggiunti ,  6 anni fa
* Sta con la squadra un allenamento alla settimana. Viene a vedere l'allenamento o a mangiare con la squadra. È molto vicino ai giocatori, cerca sempre di essere presente, soprattutto quando uno ha problemi non legati al calcio. La cosa che più mi ha impressionato è la sua umiltà, non comune in questo ambiente. Soprattutto considerando che non è solo il presidente, ma anche il proprietario del club. L'umiltà si vede nel modo in cui tiene l'autorità, di cui non abusa mai. Ti parla sempre con belle parole. ([[Esteban Cambiasso]])
* Per un campione non può esserci un presidente migliore, perché non solo tifa per te ma ti concede qualcosa più del normale (nel tempo c'è chi se ne è un po' approfittato). ([[Roberto Mancini]])
* {{NDR|Sull'addio di Moratti all'Inter}} Moratti è unico. Moratti è un papà vero per i giocatori e un amico per gli allenatori. Per lui avrò sempre amicizia, ammirazione e rispetto. Mi sono bastati cinque minuti per capire che il calcio e l'Inter sono la sua vita. Ha respirato Inter fin da piccolo e ha una memoria straordinaria. E non parla mai della "sua" Inter: la squadra, per lui, è dei tifosi. L'Inter sarà sempre Moratti e Moratti sarà sempre l'Inter. Una cosa sola. Al punto che, nel mondo, i tifosi quasi confondono presidente e squadra, dal padre Angelo al figlio Massimo ai più giovani oggi: se dici Inter pensi a Moratti e viceversa. Una famiglia innamorata di calcio e di Inter. Vende perchè pensa che questo faccia soltanto il bene della società e della squadra. La più grande gioia che ho ricevuto dal calcio è stato regalargli quella coppa (la Champions). In questo mondo, ne sono sicuro, Moratti è diventato un presidente completo, al qaule non manca nessun trofeo. Anche per lui penso sia stato il momento più bello in assoluto.<ref>Citato in ''La Gazzetta dello Sport'', 21 settembre 2013.</ref> ([[José Mourinho]])
 
=== [[Luciano Moggi]] ===
Utente anonimo