Differenze tra le versioni di "Luciano Moggi"

*Nel 2006 avevo previsto dove sarebbe andato a finire il calcio italiano e di professione non faccio certo l'indovino. Dissi "il calcio italiano sarà completamente nelle mani delle squadre milanesi, che si alterneranno nelle vittorie". Adesso le due milanesi si dividono anche i favori arbitrali, come dimostra l'ultima giornata con successi ottenuti grazie a goal irregolari. Questi favori vengono però riportati dai media in silenzio, tra parentesi. Se la mia Juve avesse vinto così avrebbero invece gridato allo scandalo, presentato interpellanze parlamentari. [...] Il Cagliari ha perso immeritatamente contro l'Inter per via di un goal irregolare. Cellino è però rimasto zitto e ha delegato a parlare il giocatore Biondini, che si è lamentato della direzione arbitrale dal 1° al 90°. Sapete perché Cellino non ha parlato? Perché avrebbe dovuto rimangiarsi tutte le frasi fuoriposto dette in questi anni ed ammettere che il calcio è molto più marcio adesso di 5 anni fa...<ref>Da ''Ieri, Moggi e domani''; citato in ''[http://www.tuttosport.com/calcio/serie_a/juventus/2011/02/21-110418/Moggi:+%C2%ABFavori+arbitrali+a+Milan+e+Inter:+Calciopoli+%C3%A8+oggi%C2%BB Moggi: «Favori arbitrali a Milan e Inter: Calciopoli è oggi»]'', ''tuttosport.com'', 21 febbraio 2011.</ref>
*Quando uno che dice "ho fatto Calciopoli prendendo i tabellini della Gazzetta dello Sport", rovinando delle famiglie, è meglio che stia zitto.<ref>Dalla trasmissione ''Diretta Stadio'' sull'emittente televisiva ''7 Gold'', 16 marzo 2011.</ref>
*{{NDR|[[Ultime parole famose]] prima del campionato 2011/12, vinto dai bianconeri}} La Juventus è una squadra discreta, buona, che farà un discreto campionato ma che non può impensierire minimamente le prime due, può arrivare quarta o quinta.<ref>Citato in Tancredi Palmeri, ''[http://www.gazzetta.it/Calcio/30-12-2012/blob-2012-913634965312.shtml Il blob del 2012. Tutte le frasi da ricordare]'', ''Gazzetta.it'', 30 dicembre 2012.</ref>
*{{NDR|Dopo la sentenza in primo grado nel processo penale di [[Calciopoli]] a Napoli nel 2011}} La mia condanna significa la sconfitta della [[Juventus Football Club|Juve]] nella rincorsa agli scudetti 28 e 29. Scindere la Juve da me mi sembra una cosa impossibile: ero dg e lavoravo a stretto contatto con l'ad [[Antonio Giraudo]]. Giraudo era la Juve, lui aveva detto che non si poteva spendere una lira senza la sua firma.<ref>Citato in ''[http://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/calcio/articoli/71676/moggi-ricordatevi-di-tortora.shtml Moggi: "Ricordatevi di Tortora"]'', ''sportmediaset.it'', 11 novembre 2011.</ref>
*{{NDR|Sulla posizione assunta dalla [[Juventus Football Club|Juventus]] dopo la sentenza in primo grado nel processo penale di [[Calciopoli]] a Napoli nel 2011}} Spendo solo una parola, inevitabile, per la squadra che più delle altre ha contraddistinto il mio passato da professionista, forse perché quella in cui ho vinto di più, forse perché l'ultima. Un club al quale ho dato tutto me stesso, a cui devo tantissimo, ma che a sua volta non può sentirsi in credito con me. Quegli scudetti che giustamente reclamano, sono quelli conquistati anche grazie al mio lavoro. Ero il direttore generale di quella squadra, abbiamo gioito insieme, mi sarebbe piaciuto avere un altro tipo di considerazione.<ref>Citato in ''[http://www.tuttomercatoweb.com/?action=read&id=306759 Dedicato a chi ha goduto...]'', ''tuttomercatoweb.com'', 11 novembre 2011.</ref>
Utente anonimo