Differenze tra le versioni di "Malattia"

239 byte aggiunti ,  6 anni fa
+2
(+1)
(+2)
*Non dobbiamo vergognarci della nostra malattia. Non è qualcosa da tenere nascosta. È, come dire, quella parte della nostra carta d'identità che ci fa rassomigliare di più A Gesù Cristo. È una tessera di riconoscimento incredibile, straordinaria. ([[Antonio Bello]])
*Non fuggire i malati di malattie ripugnanti perché anche tu sei rivestito di carne. ([[Isacco di Ninive]])
*Per le malattie estreme i trattamenti estremi sono i più efficaci. ([[Ippocrate]])
*Ristrettezze: Malattia che coglie chi si espone alla prosperità di un amico. ([[Ambrose Bierce]])
*Se una infermità vi è nella mia [[mente]] essa non è abulia né impulsività, ma è l'eccesso di [[volontà]]. ([[Carlo Maria Franzero]])
*Una malattia ne vale un'altra: i nomi fanno più paura della malattia. E le cure qualche volta sono peggio dei mali. ([[Enrico Pea]])
*Una malattia non conta nulla, quando non si hanno ragioni per desiderare di guarirne. ([[Shôhei Ôoka]])
 
===[[Ippocrate]]===
*In ogni malattia è buon segno avere sano l'intelletto e prendere volentieri gli alimenti che sono offerti; il contrario è cattivo segno.
*Per le malattie estreme i trattamenti estremi sono i più efficaci. ([[Ippocrate]])
*Quando la malattia è nel suo culmine, allora è necessario usare il regime più ristretto.
 
==[[Proverbi italiani]]==
*All'ammalato manca una sola cosa, al sano molte.