Differenze tra le versioni di "Ciriaco de Mita"

la storia d'italia non è finita
(la storia d'italia non è finita)
*Le motivazioni che vengono avanzate da chi si oppone rafforzano la mia convinzione. La lettura giustizialista della vicenda politica è inadeguata, la crisi non è stata risolta e anzi si è aggravata. Non possiamo cambiare i fatti, ma dobbiamo interrogarci per restituire al personaggio la sua dimensione politica. Col senno di poi bisogna convenire che è sbagliato leggere l'esperienza dell'uomo politico Craxi come quella di un criminale latitante. Deve essere riconosciuto come un protagonista della nostra storia politica. Non è stato una comparsa, aveva in testa un disegno.
*[[Silvio Berlusconi|Berlusconi]] è legittimato dal voto popolare. Condivido la posizione, sia pure confusa, di risolvere il problema consentendo al premier di governare e sospendere eventuali processi. Approvo l'ipotesi avanzata da Enrico Morando di ripristinare l'immunità.
 
{{intestazione|Presentazione del libro "La storia d'Italia non è finita", Camera dei Deputati, Sala del Mappamondo, 16 ottobre 2012}}
*La politica è [tale] se prefigura il nuovo, non esiste politica che non prefiguri il nuovo.
*In politica il pensiero è importante, ma per realizzare il pensiero bisogna convincere gli altri a comportarsi in modo tale da realizzare il pensiero.
*La cellula della riorganizzazione democratica è la comunità.
 
==Citazioni su Ciriaco De Mita==
69

contributi