Differenze tra le versioni di "Denis Diderot"

+1, sposto in basso una citazione ampliandola
(+1, sposto in basso una citazione ampliandola)
*{{NDR|Sulla [[Russia]]}} Colosso dai piedi di creta.<ref>Citato in [[Giuseppe Fumagalli]], ''[[s:Indice:Chi l'ha detto.djvu|Chi l'ha detto?]]'', Hoepli, 1921, pp. 337-338.</ref>
:''C'est un colosse aux pieds d'argile''.
*''Che cos'è l'[[animale]]''? È una questione di fronte alla quale si è tanto più imbarazzati quante più nozioni si hanno di filosofia e di storia naturale. Se si esaminano tutte le proprietà conosciute dell'''animale'', non se ne troverà alcuna che appartenga a tutti gli esseri cui siamo obbligati a dare questa qualifica, o sia assente da quanti non possiamo chiamare con tal nome.<ref>Da ''Encyclopédie''; citato in Ditadi 1994, p. 709.</ref>
*Dall'elefante alla pulce, e dalla pulce alla molecola sensibile e vivente, che costituisce l'origine di ogni cosa, non c'è un punto in tutta la [[natura]] che non soffra o non goda.<ref>Da ''Sogno di d'Alembert''; citato in Barbara De Mori, ''Che cos'è la bioetica animale'', Carocci, Roma, 2007, p. 7. ISBN 978-88-430-4079-7</ref>
*Diffidate di chi viene a mettere ordine.<ref>Citato in Tommaso Giartosio, ''Perché non possiamo non dirci'', Feltrinelli, 2004, p. 73.</ref>
*È facile criticare giustamente; e difficile eseguire anche mediocremente.<ref>Da ''Discours sur la poésie dramatique''.</ref>
*Mi rappresento il vasto recinto delle scienze come una grande estensione di terreno disseminato di luoghi oscuri e illuminati. Lo scopo delle nostre fatiche deve essere quello di estendere i confini dei luoghi illuminati, oppure di moltiplicare sul terreno i centri di luce. L'un compito è proprio del genio che crea, l'altro della perspicacia che perfeziona. <ref> Da ''Interpretazione della natura'', a cura di P.Omodeo, Roma, Editori Riuniti 1995, p.36</ref>
*Nessun uomo ha avuto dalla natura il diritto di comandare sugli altri. La libertà è un dono del cielo e ogni individuo della stessa specie ha il diritto di fruirne non appena è dotato di ragione. [...] Il potere acquistato con la violenza è mera usurpazione e dura solo finché la forza di chi comanda prevale su quella di coloro che obbediscono; sicché, se questi ultimi diventano a loro volta i più forti e si scrollano di dosso il giogo, lo fanno con altrettanto diritto e giustizia di chi l'aveva loro imposto. La stessa legge che ha fondato l'autorità la distrugge; è la legge del più forte.<ref>Da ''Il pensiero politico dell'illuminismo'', a cura di E. Tortarolo.</ref>
*Non esiste in [[natura]] un atomo che sia rigorosamente simile ad un altro. E tutto in natura è connesso, senza che sia possibile un vuoto nella catena. Che cosa sono dunque gli [[individuo|individui]]? Essi non esistono affatto. C'è un solo grande individuo, ed è il tutto. […] Dall'elefante alla pulce, e dalla pulce alla molecola sensibile e vivente, che costituisce l'origine di ogni cosa, non c'è un punto in tutta la natura che non soffra o non goda.<ref>Da ''Sogno di d'Alembert''; citato in Ditadi 1994, pp. 716-717.</ref>
*Quando si [[credere|crede]] troppo, si rischia tanto quanto si crede troppo poco.<ref>Citato in [[Karlheinz Deschner]], ''Sopra di noi... niente'', Ariele, 2008.</ref>
*Quasi sempre ciò che nuoce alla bellezza morale raddoppia la bellezza poetica. Con la virtù si fanno soltanto quadri tranquilli e freddi; sono la passione e il vizio quelli che animano le composizioni del pittore, del poeta, del musicista.<ref>Da ''Lettera a Sophie Volland''.</ref>
==Bibliografia==
*Denis Diderot, ''[http://www.liberliber.it/libri/d/diderot/index.htm La religiosa]'', traduzione originale di Antonio Di Giorgio da "La Religieuse", Bookking International, Classiques Francais, Parigi, 1993.
*Gino Ditadi, ''I filosofi e gli animali'', vol. 2, Isonomia editrice, Este, 1994. ISBN 88-85944-12-4
 
==Altri progetti==
{{interprogetto|cat|w}}
 
[[Categoria{{DEFAULTSORT:Filosofi francesi|Diderot, Denis]]}}
[[Categoria:ScrittoriCritici francesi|Diderot,d'arte Denisfrancesi]]
[[Categoria:Enciclopedisti|Diderot, Denis]]
[[Categoria:Filosofi francesi]]
[[Categoria:Scrittori francesi]]
 
[[az:Deni Didro]]