Differenze tra le versioni di "P. D. James"

204 byte aggiunti ,  7 anni fa
*«[...] Sono soltanto due le possibili ragioni per uccidersi: fuggire da qualcosa o verso qualcosa. Chi soffre di dolori intollerabili, di disperazione o di angoscia mentale e non ha ragionevoli speranze di guarire fa probabilmente bene a preferire il proprio annientamento. Ma non ha senso uccidersi con la speranza di conquistarsi un'esistenza migliore o di allargare la propria sensibilità includendo in essa l'esperienza della [[morte]]. Non si può fare esperienza della morte. Non sono nemmeno sicura che si possa fare esperienza della vita. Si può fare esperienza solo dei preparativi alla morte, ma anche questa mi sembra inutile perché dopo non è possibile farne tesoro. Se c'è una forma di esistenza dopo la morte, lo sapremo tutti abbastanza presto. Se non c'è, non esistendo più, non potremo neanche lamentarci di essere stati imbrogliati. Quelli che credono in un'altra vita sono assolutamente ragionevoli. Sono i soli che siano al sicuro da una delusione finale.» ('''Cordelia Gray''' a Sophie Tilling, cap. 3)
*«Non occorrono ragioni per uccidersi; ne occorrono per non uccidersi.» ('''Davie Stevens''' a Cordelia Gray, cap. 3)
*«[...] Il segreto della [[felicità]] è non permettere mai a se stessi di desiderare cose che la ragione ci dice che non abbiamo speranza di raggiungere.» ('''Hugo Tilling''' a Cordelia Gray, cap. 6)
 
==[[Incipit]] di ''La paziente privata''==
374

contributi