Differenze tra le versioni di "P. D. James"

1 458 byte aggiunti ,  7 anni fa
nessun oggetto della modifica
m
===Citazioni===
*Miss Markland parlò con [[passione]] improvvisa, come se le parole le fossero strappate di bocca:<br />«Non mi piace la sua generazione, Miss Gray. Non mi piace la vostra [[arroganza]], il vostro [[egoismo]], la vostra [[violenza]], la strana selettività della vostra [[compassione]]. Non pagate nulla di tasca vostra, neanche i vostri ideali. Denigrate, distruggete, e non costruite mai. Provocate le punizioni come bambini ribelli e vi mettete a strillare quando vi castigano. Gli uomini che ho conosciuto, quelli con cui sono cresciuta, non erano così. [...] Lei dirà certamente che sono solo [[invidia|invidiosa]] della [[gioventù]]. È una sindrome piuttosto frequente nella mia generazione.»<br />«Non dovrebbe esserlo. Non riesco a capire cosa ci sia da invidiare. In fondo la gioventù non è un privilegio, ne riceviamo tutti la stessa dose. Qualcuno può essere nato in un periodo più facile o essere più [[ricchezza|ricco]] o più avvantaggiato di altri, ma ciò non ha nulla a che vedere con l'essere giovani. E l'essere giovani a volte è terribile. Non ricorda come poteva essere terribile?»<br />«Sì, lo ricordo. Ma ricordo anche altre cose.» (cap. 2)
*«[...] Non è [[saggezza|saggio]] investire troppo di se stessi su un altro essere umano. Quando poi questo essere umano è morto, può anche essere pericoloso.» ('''Miss Markland''' a Cordelia Gray, cap. 2)
*«[...] Sono soltanto due le possibili ragioni per uccidersi: fuggire da qualcosa o verso qualcosa. Chi soffre di dolori intollerabili, di disperazione o di angoscia mentale e non ha ragionevoli speranze di guarire fa probabilmente bene a preferire il proprio annientamento. Ma non ha senso uccidersi con la speranza di conquistarsi un'esistenza migliore o di allargare la propria sensibilità includendo in essa l'esperienza della [[morte]]. Non si può fare esperienza della morte. Non sono nemmeno sicura che si possa fare esperienza della vita. Si può fare esperienza solo dei preparativi alla morte, ma anche questa mi sembra inutile perché dopo non è possibile farne tesoro. Se c'è una forma di esistenza dopo la morte, lo sapremo tutti abbastanza presto. Se non c'è, non esistendo più, non potremo neanche lamentarci di essere stati imbrogliati. Quelli che credono in un'altra vita sono assolutamente ragionevoli. Sono i soli che siano al sicuro da una delusione finale.» ('''Cordelia Gray''' a Sophie Tilling, cap. 3)
*«Non occorrono ragioni per uccidersi; ne occorrono per non uccidersi.» ('''Davie Stevens''' a Cordelia Gray, cap. 3)
 
==[[Incipit]] di ''La paziente privata''==
==Bibliografia==
*P.D. James, ''La paziente privata'', traduzione di Grazia Maria Griffini, Mondadori, 2009. ISBN 9788804584780
*P.D. James, ''Un laovorolavoro inadatto a una donna - Un indizio per Cordelia Gray'', traduzione di Roberta Rambelli (''Un lavoro inadatto a una donna'') e Riccardo Mainardi (''Un indizio per Cordelia Gray''), Mondadori, 1995. ISBN 9788804394617
 
==Voci correlate==
374

contributi