Differenze tra le versioni di "Peter Singer"

685 byte aggiunti ,  7 anni fa
nessun oggetto della modifica
m
*L'analogia tra [[specismo]] e [[razzismo]] è valida sia in pratica che in teoria nel campo della [[sperimentazione animale|sperimentazione]]. Lo spiccato specismo porta a dolorosi esperimenti su altre specie, con la scusa dei loro contributi alla conoscenza. [...] Lo spiccato razzismo ha portato a dolorosi esperimenti su altre razze, con la scusa dei loro contributi alla conoscenza.<ref>Citato in de Mori, p. 121.</ref>
*La gente ha abbastanza buon senso da capire che i "morti cerebrali" non sono veramente morti. La [[morte cerebrale]] non è altro che una comoda finzione. Fu proposta e accettata perché rendeva possibile il [[trapianto|procacciamento di organi]].<ref>Citato in [[Stefano Lorenzetto]], ''[http://www.ilgiornale.it/news/quei-dubbi-sulla-morte-censurati-40-anni.html Quei dubbi sulla morte censurati da 40 anni]'', ''il Giornale.it'', 4 settembre 2008.</ref>
*Le forme di [[allevamento]] intensivo rappresentano una applicazione scientifica e tecnologica dell'atteggiamento secondo cui gli animali sono per noi dei semplici oggetti da usare. Per avere sulla tavola carne a un prezzo contenuto, la nostra società tollera metodi di allevamento che costringono animali dotati della capacità di sentire a vivere ammucchiati in condizioni intollerabili per l'intera durata della loro esistenza.<ref>Da ''Etica pratica'', traduzione di Giampaolo Ferranti, Liguori, Napoli, 1989, p. 63. ISBN 88-207-1688-7<!-- non vidi; citato in Gino Ditadi, ''I filosofi e gli animali'', vol. 1, Isonomia editrice, Este, 1994, p. 228. ISBN 88-85944-12-4 --></ref>
*Un [[animale]] può soffrire di più proprio a causa della sua limitata capacità di comprensione.<ref>Citato in de Mori, p. 69.</ref>