Differenze tra le versioni di "Daniel Defoe"

1 303 byte aggiunti ,  7 anni fa
Sono nato nel 1632 a York dove mio padre s'era ritirato a vivere tranquillamente dopo essersi arricchito col commercio. Uno de' miei fratelli maggiori, luogotenente di fanteria inglese ai comandi del famoso colonnello Lochart, era stato ucciso a Dunkerque nella guerra contro gli Spagnoli. Quanto al secondo non ho mai saputo nulla di lui proprio come è accaduto a' miei genitori riguardo a me. Io ero il terzogenito, non ero stato iniziato a nessuna speciale carriera e facevo nella mia testa mille castelli in aria.<br>
{{NDR|Daniele De Foë, ''La vita e le avventure di Robinson Crusoe'', libera traduzione di Bice Vettori, Giunti Bemporad Marzocco, 1961.}}
 
===Citazioni===
*All'idea di tornare a casa si opponeva un sentimento di vergogna, in contraddizione coi sentimenti migliori che si affacciavano alla mia mente. E tosto pensai alle risate dei vicini, alla mia vergogna di rivedere non solo i miei genitori ma chiunque altro. A questo proposito, spesso in seguito avrei avuto agio di osservare quanto sia incongrua e irragionevole l'indole dell'uomo, specie quando è molto giovane, quando è posta davanti ai princìpi della ragione che dovrebbero guidarla per il meglio in circostanze del genere. L'uomo, cioè, non si vergogna di peccare, ma si vergogna di pentirsi; non si vergogna di commettere un'azione per la quale, e giustamente, verrà giudicato uno sprovveduto, ma si vergogna di recedere, comportandosi nell'unico modo idoneo a conferirgli reputazione di saggezza. (1976, p. 15)
*Gli affetti traggono alimento da certi stimoli segreti che, quando vengono suscitati dalla vista di qualcosa, o anche da cose che non siano direttamente visibili dai nostri occhi, ma si prospettano alla nostra mente per effetto dell'immaginazione, trascinano l'animo nostro coi loro sommovimenti impetuosi a identificarsi con l'oggetto visivo che hanno evocato, e con un desiderio così ardente, che la sua mancanza diventa intollerabile. (Diario; 1976, p. 200)
 
===Citazioni sull'opera===
2 792

contributi