Differenze tra le versioni di "Creazione (teologia)"

Babylon A.D.
(semplifico incipit: non mi sembra di vedere citazioni sul creazionismo e, se ci saranno, sarebbe meglio metterle in una voce apposita)
(Babylon A.D.)
*Alcuni sciocchi dichiarano che il Creatore ha creato il mondo. Ma se Dio ha creato il mondo, dove stava prima della creazione? E se mi dici che Dio è trascendente, e non aveva bisogno di stare da nessuna parte, dov'è adesso? Nessuno può aver creato il mondo: come potrebbe infatti un essere immateriale creare qualcosa di materiale? E un essere divino distruggere le sue stesse creature? E se mi dici che Dio uccide soltanto i cattivi, perché mai li ha creati?<br />I saggi devono combattere chi crede nella creazione, e sapere che il mondo non è stato creato, è indistruttibile, e come il tempo è senza principio e senza fine. (''[[Mahāpurāna]]'')
*Allora Kabandhi, figlio di Kātyāyana, si avvicinò a lui e domandò: «Dimmi, in verità, o Maestro, da dove sono state create tutte queste creature?»<br />Il saggio replicò: «Il creatore, per desiderio di procreare, si dedicò all'ardore concentrato. Mentre era così dedicato all'ardore concentrato, egli produsse una coppia, [[Materia]] e [[Vita]], dicendo tra sé, "questi due produrranno per me tutti i generi di creature".» (''[[Praśna Upaniṣad]]'')
*Dio ha fatto l'uomo a sua immagine, quindi quello che l'uomo crea è anche volontà di Dio. (''[[Babylon A.D.]]'')
*Dunque, per primo fu Chaos, e poi Gaia dall'ampio petto, sede sicura per sempre di tutti gli immortali che possiedono le vette dell'Olimpo nevoso, e Tartaro nebbioso nei recessi della terra dalle ampie strade, poi Eros, il più bello fra gli dei immortali, che rompe le membra, e di tutti gli dei e di tutti gli uomini doma nel petto il cuore ed il saggio consiglio. ([[Esiodo]])
*È manifesto che le sostanze create dipendono da Dio, il quale le conserva e, anzi, le produce continuamente con una sorta di emanazione, come noi produciamo i nostri pensieri. ([[Gottfried Wilhelm von Leibniz]])