Differenze tra le versioni di "Herbert Marcuse"

→‎Citazioni di Herbert Marcuse: ho aggiunto una citazione da Eros e civiltà, pag, 34 dell'edizione Fabbri editori
m (r2.7.2) (Bot: Aggiungo ru:Герберт Маркузе)
(→‎Citazioni di Herbert Marcuse: ho aggiunto una citazione da Eros e civiltà, pag, 34 dell'edizione Fabbri editori)
*Il Nemico è il denominatore comune di tutto ciò che si fa e non si fa. Ed esso non si identifica con il comunismo o il capitalismo quali sono in realtà; nei confronti dell'uno come dell'altro, il Nemico è lo spettro reale della liberazione. (da ''L'uomo a una dimensione'', 1964)
*Il «principio del piacere» assorbe il «il principio della realtà», la sessualità sembra venir liberata, mentre viene semplicemente liberalizzata ed amministrata come strumento di adattamento passivo dalla logica del sistema. Cadono gli stupidi arcaici tabù sul sesso in vigore presso società in preda alla scarsità, ma non per questo il sesso libera sé stesso trasfigurandosi in [[Eros]]. (citato in Ester Dinacci, ''Realtà della Germania'')
*La gente, efficacemente manipolata ed organizzata, è libera: ignoranza, impotenxa ed eteronomia introiettata costituiscono il prezzo della sua libertà. ("Eros e civiltà", Prefazione politica 1966)
*Io sono consapevole, del tutto consapevole di far parte del sistema e cerco di cavarne il meglio possibile usando la [[libertà]] di cui dispongo per dare il mio contributo ad un miglioramento ed avanzamento dell'attuale situazione. (citato in Ester Dinacci, ''Realtà della Germania'')
*Nove decimi di tutti i critici letterari andrebbero impiccati.{{c|Priva di fonte}}
Utente anonimo