Differenze tra le versioni di "Utente:Bradipo Lento/Scarabocchi"

→‎Segnalazione vetrina: modifico la seconda parte delle citazioni tratte dalla serie, in maniera che ciascun personaggio ne ha una
(→‎Segnalazione vetrina: prova (meglio così o coi grassetti?)
(→‎Segnalazione vetrina: modifico la seconda parte delle citazioni tratte dalla serie, in maniera che ciascun personaggio ne ha una)
*Certo che oggi la vita è diventata proprio comoda... Basta entrare in un discount per trovare cibo, cosmetici e... perfino telefoni cellulari. Che peccato: tra le altre cose non vendono anche rapporti umani. ([[Hitomi Kashiwa|Hitomi]])
*Se non si riesce ad avere fiducia in se stessi, è sufficiente immaginare che l'interlocutore sia messo peggio di noi. ([[Misaki Nakahara|Misaki]])
*Anche chi sta sempre chiuso in casa, se lo fa per uno scopo preciso non può essere chiamato hikikomori. ([[Tatsuhiro Satō|Satō]])
*All'epoca ero convinto che mantenere un atteggiamento cinico su tutto fosse fico. Cinico nello studio, nell'amore, nei rapporti con gli amici... ed ecco il risultato: sono un hikikomori. ([[Tatsuhiro Satō|Satō]])
*Quando le persone si fanno prendere da un'idea fissa, alla fine non riescono più a liberarsene. E pensare che spesso la soluzione dei problemi è a portata di mano: l'abbiamo davanti agli occhi e non la vediamo. ([[Minegishi]])
*Noi non abbiamo il diritto di farci coinvolgere in cose tanto grandi come un suicidio. Per quanto possiamo deprimerci e soffrire, alla fine torniamo sempre alla solita vita idiota di tutti i giorni. E se non dovessimo tornarci, sarebbe perché da idioti siamo morti da qualche parte. Una morte drammatica non è fatta per i tipi come noi. ([[Kaoru Yamazaki|Yamazaki]])
*I drammi hanno un inizio, uno sviluppo e un epilogo: sono un'esplosione di sentimenti... che ha un termine. Le nostre vite, al contrario, si svolgono continuamente all'interno di una fitta nebbia di assoluta incertezza. ([[Kaoru Yamazaki|Yamazaki]])
*Domanda: quand'è che uno può continuare a starsene chiuso in casa? Risposta: quando gli vengono garantiti abbigliamento, vitto e alloggio. Finché ti viene concesso il minimo necessario per vivere, puoi permetterti di tapparti in casa per sempre. Ma quando il sostentamento non è più garantito, se non hai la forza di morire... ti tocca lavorare. ([[Tatsuhiro Satō|Satō]])
*Se girate un po' su internet, troverete un sacco di persone che si insultano. Quando qualcuno non trova una persona più inutile di lui nella vita reale, sfoga la sua frustrazione contro gli sconosciuti bollandoli come sfigati, in modo da sentirsi superiore almeno a loro. ([[Megumi Kobayashi|Megumi]])
*Alla fine... ecco cosa significa essere un hikikomori. Praticamente... equivale a essere prigionieri di se stessi. ([[Tatsuhiro Satō|Satō]])
 
===Citazioni su ''Welcome to the NHK''===