Differenze tra le versioni di "Gottfried Wilhelm von Leibniz"

(→‎Monadologia: sistemo e amplio)
*Il [[presente]] è gravido dell'avvenire. (22)
*Così, solamente [[Dio]], ovvero l'Essere necessario, ha questo privilegio: Posto che il suo Essere sia possibile, Egli non può non esistere. Ora, già questo è sufficiente per conoscere ''a priori'' l'Esistenza di Dio; nulla può infatti impedire la possibilità di ciò che non comporta nessuna limitazione, nessuna negazione e, di conseguenza, nessuna contraddizione.<br />Abbiamo quindi dimostrato ''a priori'' l'Esistenza di Dio mediante la realtà delle verità eterne.<br />Ma l'abbiamo già dimostrata anche ''a posteriori'' muovendo dall'esistenza degli esseri contingenti, i quali possono infatti avere la loro ragione ultima o sufficiente nell'Essere necessario, cioè in quell'Essere che ha in se stesso la ragione della sua Esistenza. (45)
*Le monadi sono dunque limitate non nell'oggetto, ma nel modo di conoscere l'oggetto: esse tendono sì all'infinito, al tutto, ma confusamente, appunto perché sono limitate e differenziate a seconda del grado di distinzione delle loro percezioni. (60)
===[[Explicit]]===
Noi siamo infatti legati necessariamente all'Autore di tutte le cose non soltanto come all'Architetto e Causa efficiente del nostro Essere, ma anche come al nostro Signore e Causa finale che deve costituire l'intero scopo della nostra volontà e che è l'unico a poter fare la nostra felicità. (90)
 
==''Principi razionali della natura e della grazia''==
26 703

contributi