Differenze tra le versioni di "Friedrich Schelling"

*L'[[arte]] deve iniziare con consapevolezza e terminare nell'inconscio, cioè oggettivamente; l'[[Io]] è consapevole rispetto alla produzione, inconscio rispetto al prodotto. (da ''Sistema dell'idealismo trascendentale'')
*Nulla, assolutamente nulla è in sé imperfetto, ma tutto ciò che '''''è''''' appartiene, in quanto è, all'essere della sostanza infinita... Questa è la santità di tutte le cose. La più piccola è santa come la più grande sia per l'infinità interna sia per il fatto che non potrebbe essere negata, secondo il suo eterno fondamento ed essere nel tutto, senza che lo stesso [[infinito]] tutto fosse negato. (da ''Aforismi sulla filosofia della natura'')
 
===Senza fonte===
{{senza fonte}}
 
*Chi desidera veramente filosofare non può che congedarsi da ogni certezza, da ogni fondamento, da ogni presupposto. Quindi anche da [[Dio]]. Abbandonare tutto ma per cercare di riaverlo in verità, cioè non come possesso.
*Come sta [[Johann Gottlieb Fichte|Fichte]]? Sta per proclamare la sua divinità!
*La [[natura]] è essenzialmente un'intelligenza immutata.
*L'[[uomo]] è veramente se stesso quando gioca.
 
==[[Incipit]] di ''Le età del mondo''==
24 183

contributi