Differenze tra le versioni di "André Gide"

1 506 byte rimossi ,  8 anni fa
sfid
m (→‎Incipit: +br)
(sfid)
*Non si avverte la propria [[catena]] quando si segue spontaneamente colui che trascina; ma quando si comincia a resistere e a camminare allontanandosi, si soffre molto. (da ''La porta stretta'')
*Peccato è tutto ciò che oscura l'anima. (da ''La sinfonia pastorale'')
 
==Senza fonte==
{{senza fonte}}
 
*C'è un limite nella confidenza che non si può oltrepassare senza artificio, senza forzarsi.
*Credi in coloro che cercano la [[Verità|verità]]. Dubita di coloro che la trovano.
*Dubitate di tutto, ma non dubitate mai di voi stessi.
*È bene seguire la propria inclinazione, purché sia in salita.
*I veri [[Ipocrisia|ipocriti]] sono quelli che cessano di ottenere i loro inganni, mentendo con [[sincerità]].
*Il presente sarebbe pieno di tutti i futuri, se il passato non vi proiettasse già una storia.
*In questo [[mondo]] è importante non aver l'aria di ciò che si è.
*La più grande felicità, dopo quella di amare, è quella di confessare il proprio [[amore]].
*La mia [[Vecchiaia|vecchiaia]] avrà inizio quando smetterò di indignarmi.
*La sola arte di cui mi accontento è quella che, elevandosi dall'inquietudine, tende alla serenità.
*L'arte è una collaborazione tra l'[[uomo]] e [[Dio]], e meno l'uomo fa, meglio è.
*Le [[Azione|azioni]] più decisive della nostra [[vita]] sono il più delle volte azioni avventate.
*Le [[Idea|idee]] più chiare e precise sono le più pericolose, perché non si osa più cambiarle.
*Meno è intelligente il bianco, più gli sembra che sia stupido il negro.
*Non credo al [[diavolo]], ma è proprio quello che il diavolo spera: che non creda in lui.
*Saggio è colui che si stupisce di tutto.
*Se un [[Filosofia|filosofo]] vi dà una risposta, non siete più in grado di capire nemmeno la domanda che avevate posto.
 
==''I falsari''==
26 782

contributi