Differenze tra le versioni di "Open di Francia"

tolgo citazioni poco pertinenti
(+1)
(tolgo citazioni poco pertinenti)
Citazioni sugli '''Open di Francia''' o '''Roland Garros'''.
 
* Certi giocatori della mia generazione e delle generazioni successive hanno vinto molti più titoli di me, ma non hanno goduto del capitale di simpatia e di amore di cui ho potuto usufruire io. La vittoria di [[Parigi]] spiega solo il 10% del perché sono entrato nei cuori dei francesi. Il resto è il momento di fusione tra un padre e un figlio; normalmente non piangeresti di gioia tra le braccia di tuo padre in pubblico, io l'ho fatto davanti a migliaia di spettatori! ([[Yannick Noah]])
* È la vittoria più bella di sempre! Non ho più pressione addosso, finalmente ho vinto il Roland Garros. Non se nemmeno io se merito il calore del pubblico. ([[Roger Federer]])
* {{NDR|Sulla finale persa al Roland Garros del 1984 contro [[Ivan Lendl]]}} È stata la peggiore sconfitta della mia vita, una sconfitta devastante: a volte ancora mi tiene sveglio la notte. Persino adesso è dura per me commentare quel Roland Garros… Ci saranno dei giorni in cui starò letteralmente male solo a stare lì, ripensando a quella partita. Pensando a cosa ho gettato via e a come sarebbe stata diversa la mia vita se avessi vinto. ([[John McEnroe]])
* Era la prima volta che rinunciavo al Roland Garros e l'ho vissuta malissimo... dare forfait in un torneo è triste ma al Roland è mille volte peggio! ([[Gaël Monfils]])
* La notte prima della finale il mio coach Franco Davin continuava a ripetermi che era il momento più importante della mia vita. Io gli rispondevo che per me contava di più porre fine allo stress mentale scaturito dalle tante partite giocate piuttosto che disputare la finale più importante della mia vita. Non mi rendevo conto che il giorno che stava arrivando avrebbe cambiato la mia esistenza per sempre. ([[Gastón Gaudio]])
* [Pete Sampras] non trovò tuttavia, come altri attaccanti quali Connors, Becker, Lendl, la regolarità per affermarsi nel più duro dei tornei, sulla più lenta delle superfici: il Roland Garros. È questa, nonostante il suo record negli Slam, la lacuna che impedisce di classificarlo come il migliore di tutti i tempi. ([[Gianni Clerici]])
* {{NDR|Nel 2001}} Quando dò il meglio di me stesso può battermi soltanto Agassi. I giovani sono molti bravi, ma non mi fanno paura. Il mio obiettivo resta il successo al Roland Garros. Ho vinto tutto: posso farcela anche lì. Questa è e rimane la sfida più grande della carriera. ([[Pete Sampras]])
* Quando ho chiamato papà mi ha detto: "Per quanto mi ricordo, non hai passato un solo giorno senza pensare a questo traguardo. Tutte le mattine ti sei svegliata per lavorare per questo sogno". ([[Francesca Schiavone]])
* Qui l'atmosfera è particolare, e per chi, come me, e probabilmente [[Francesca Schiavone|Francesca]], è nato e cresciuto sulla terra rossa, tutto diventa il massimo, perché il centrale è il massimo del massimo torneo su questa superficie. Che è vera, viva, che lascia sempre un segno. ([[Gustavo Kuerten]])
* {{NDR|Nel 1981}} Spero di riuscirci un giorno [a vincere il Roland Garros]. Non si è dei grandi tennisti se non si vince almeno una volta in Francia. ([[John McEnroe]])