Differenze tra le versioni di "Alba"

509 byte aggiunti ,  8 anni fa
nessun oggetto della modifica
(Gabriele Rossetti)
*''Che tregua offre l'alba? Guarda, dal cielo piagato, | Il giorno incede, un tiranno dalla spada in fiamme!'' ([[Rudyard Kipling]])
*L'alba ha una sua misteriosa grandezza che si compone d'un residuo di [[sogno]] e d'un principio di [[pensiero]]. ([[Victor Hugo]])
*Mentre stava lottando con tali parole e tali pensieri, qualche cosa avvenne intorno a lui; qualche cosa che egli aveva descritto molte volte e che aveva letto in mille libri, ma che non aveva mai visto. Attraverso il fitto fogliame occhieggiò una debole, pallida luce, più misteriosa ancora del chiarore lunare. Entrò attraverso le innumerevoli porte e finestre del bosco, timida e silente, ma fiduciusa. La sua bianca veste si rigò d'oro e porpora; il suo nome era: alba. ([[Gilbert Keith Chesterton]])
*Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della [[notte]]. ([[Kahlil Gibran]])
*''Sei pur bella cogli astri sul crine | Che scintillan quai vivi zaffiri, | È pur dolce quel fiato che spiri, | Porporina foriera del dì. | Col sorriso del pago desio | Tu ci annunzii dal balzo vicino | Che d'Italia nell'almo giardino | Il servaggio per sempre finì.'' ([[Gabriele Rossetti]])
Utente anonimo