Differenze tra le versioni di "Collera"

1 058 byte aggiunti ,  14 anni fa
m
nessun oggetto della modifica
 
m
*La collera aspira a punire: e, come osservò acutamente, a questo stesso proposito, un uomo d'ingegno, le piace più d'attribuire i mali a una perversità umana, contro cui possa far le sue vendette, che di riconoscerli da una causa, con la quale non ci sia altro da fare che rassegnarsi. ([[Alessandro Manzoni]])
 
==Proverbi italiani==
*A legno che ardendo fa rumore, nessun si levi in piedi per fargli onore.
*A pentola che bolle, gatta non s'accosta.
*A sangue caldo, nessun giudizio è saldo.
*A uomo in collera, acqua in bocca.
*Chi è collerico è amoroso.
*Chi s'addormenta maledicendo, si alza calunniato.
*Chi s'arrabbia in fretta, in fretta si calma.
*Chi va in collera perde la scommessa.
*Donna in collera, mare in burrasca.
*Fa che la tua collera tramonti col sole e non sorga con esso.
*I più grossi temporali si sfogano prima.
*In forno caldo non può nascer erba.
*La collera della sera bisogna tenerla in serbo per la mattina.
*La collera fa l'uomo cieco.
*La collera non ha ragione.
*La forza non sta nell'atterrare un nemico, ma nel domare la propria collera.
*Metti in uno scatolino la collera della sera per il mattino.
*Non bisogna mai andare a dormire in collera.
*Tempra la lingua quando sei turbato.
*Tutto è amaro per chi ha il fiele in bocca.
 
==Bibliografia==
*Annarosa Selene, ''Dizionario dei proverbi'' (2004), Pan libri. ISBN 8872171903
 
[[Categoria:Argomenti]]