Differenze tra le versioni di "Ottavia Piccolo"

la prossima volta fai così -->
m
(la prossima volta fai così -->)
'''Ottavia Piccolo''' (1949 - vivente), attrice e doppiatrice italiana.
 
*Le primedonne erano altre: le Proclemer, le Brignone, le Morelli... La mia generazione ha avuto un'altra sorte. Oggi sono lieta di stare qui, in una compagnia stimolante, in un teatro finalmente diretto da una donna. Mimma Gallina è anche un'amica: insieme si va a fare spese. Con Strehler non sarebbe mai successo. Insomma, non sono diventata una star ma ho avuto le cose giuste al momento giusto: sono cresciuta con grandi personaggi, ho fatto splendidi incontri. (dadall'intervista di Manin Giuseppina, ''[http://archiviostorico.corriere.it/1994/ottobre/13/mia_Medea_riscossa_per_teatro_co_0_941013717.shtml "laLa mia Medea e'è la riscossa per il teatro delle donne"]'', ''Corriere della Sera'', p. 35, 13 ottobre 1994)
 
*Vorrei tanto essere la protagonista di una storia romana, perchè tale mi sento. Sono venuta nella capitale quando avevo nove mesi. Sono cresciuta nel quartiere popolare di San Paolo e devo dire che la mia romanità verace mi ha anche causato qualche problemino serio di dizione: quando iniziai a recitare, fui costretta a frequentare dei corsi per migliorare il mio italiano. Parlavo decisamente come un'autentica trucida. E devo confessare che ancora adesso, quando non sono in veste ufficiale, mi lascio andare alla cadenza dialettale. Così mi sento a casa mia, anche se ormai vivo a Milano da molti anni. (dadall'intervista di Emilia Costantini, ''[http://archiviostorico.corriere.it/1996/marzo/03/sogno_nel_cassetto_co_10_9603034305.shtml Ho un sogno nel cassetto]'', ''Corriere della Sera'', p. 49, 3 marzo 1996)
 
*Ho lavorato con molti grandi registi, da Pietro Germi fino a Claude Sautet. Mi posso ritenere abbastanza soddisfatta della mia carriera anche sul grande schermo: non ho mai fatto cose che non mi convincessero. In questo momento, però , è il palcoscenico il mio habitat naturale. Il sogno romano con Moretti comunque rimane: chissà che non raccolga questo appello. (dall'intervista di Emilia Costantini, 'Ibidem'[http://archiviostorico.corriere.it/1996/marzo/03/sogno_nel_cassetto_co_10_9603034305.shtml Ho un sogno nel cassetto]'', ''Corriere della Sera'', p. 49, 3 marzo 1996)
 
== Altri progetti ==
19 767

contributi