Differenze tra le versioni di "Zelig (film)"

→‎Frasi: Cit. in Glen O. Gabbard, Krin Gabbard, Cinema e psichiatria, ed. or. 1999, 2ª ed. it. Milano, Raffaello Cortina 2000, p. 341. ISBN 88-7078-617-X; ISBN 978-88-7078-617-0
(→‎Frasi: Cit. in Glen O. Gabbard, Krin Gabbard, Cinema e psichiatria, ed. or. 1999, 2ª ed. it. Milano, Raffaello Cortina 2000, p. 341. ISBN 88-7078-617-X; ISBN 978-88-7078-617-0)
 
*In fin dei conti, non fu l'approvazione delle masse, ma l'amore di una donna, a cambiare la sua vita. ('''Narratore''')
 
*Se Zelig fosse psicotico o solo estremamente [nevrotico, era un problema che noi medici discutevamo in continuazione. Personalmente mi sembrava che i suoi stati d'animo non fossero poi così diversi dalla norma, forse quelli di una persona normale, ben equilibrata e inserita, solo portata all'eccesso estremo. Mi pareva che in fondo si potesse considerare il [[conformismo|conformista]] per antonomasia. ('''[[Bruno Bettheleim]], se stesso in un cameo del film''')
 
==Altri progetti==
1 018

contributi