Differenze tra le versioni di "Franco Baresi"

m
nessun oggetto della modifica
m
'''Franco Baresi''' (1960 – vivente), allenatore di calcio ed ex calciatore italiano.
 
==Citazioni di Franco Baresi==
*{{NDR|Rispondendo a chi chiedeva: «La [[Juventus Football Club|Juve]] degli anni Novanta ha provato a imitarvi?»}} No, no. Loro vincevano, e tanto, anche prima di [[Associazione Calcio Milan|noi]]. Diciamo che con l'avvento di Berlusconi siamo riusciti a portarci sugli alti livelli e ci siamo rimasti a lungo. La Juve è sempre stata un esempio per tutti. Le qualità che mantiene nel tempo sono la serietà e la continuità nei successi, altrimenti non avrebbe collezionato 25 scudetti nella sua lunga storia. (citato<ref>Citato in ''[http://archiviostorico.gazzetta.it/1999/novembre/19/Juventus_Milan_Bettega_Baresi_giocano_ga_0_9911196574.shtml LaC'è Juventus vs Milan. Bettega e Baresi la giocano così]'', ''Gazzetta dello Sport]'', 19 novembre 1999).</ref>
*{{NDR|La differenza tra vecchi e giovani}} La differenza, nel [[Associazione Calcio Milan|Milan]], la fa [[Andrij Ševčenko|Shevchenko]]. Però i "vecchi", cioè [[Paolo Maldini|Maldini]], [[Alessandro Costacurta|Costacurta]] e [[Demetrio Albertini|Albertini]], sono sempre in forma, un esempio per tutti.<ref (daname=milan>Citato in Roberto Perrone, ''[http://archiviostorico.corriere.it/2001/gennaio/03/Baresi_derby_Milan_Shevchenko__co_0_0101032847.shtml Baresi e il derby: «È il Milan di Shevchenko»]'', ''Corriere della sera'', 3 gennaio 2001).</ref>
*Le certezze sono queste: il [[Associazione Calcio Milan|Milan]] è ancora in corsa su tre fronti, campionato, Coppa Italia e Champions League. Per restare competitivi a tutti i livelli si perde qualcosa, in questo caso qualche punto in Italia.<ref (da ''Corriere della sera'', 3 gennaio 2001)name=milan/>
 
==Citazioni su Franco Baresi==
*I rossoneri sono fortissimi in attacco, ma non hanno trovato l'erede di Baresi. ([[Roberto Rosato]])
*{{NDR|[[Milano]]}} So che è famosa per la moda e per il [[Associazione Calcio Milan|Milan]]. Conosco Franco Baresi, per esempio. ([[Kazuo Ishiguro]])
*I compagni obbedivano ciecamente alla sua autorità e ai rivali mostravano le sapienti regole del calcio aperte alla pagina che parla del fuorigioco. Sono un ''libero liberato'' dichiarò Baresi a France Football. Vero. Raccontano i giocatori del Real Madrid che i rivali del Milan non guardavano né loro né il pallone: guardavano solo Baresi. Così si rispetta un vero capo. Raccontano ancora che "ad ogni fuorigioco provocato gli scappava un sorriso". ([[Jorge Valdano]], ''Il sogno di Futbolandia'').
*[[Gaetano Scirea|Scirea]] era più elegante. Non so se fosse, o sia, una qualità, ma non mi viene in mente una sua rudezza. Baresi, invece, di botte ne ha date. Ma come guida la difesa – e talvolta, addirittura la squadra – non la guida nessuno. Formidabile. ([[Gianni Agnelli]])
*Dotato di uno stile unico, prepotente, imperioso, talora spietato. Si getta sul pallone come una belva: e se per un caso dannato non lo coglie, salvi il buon Dio chi ne è in possesso! Esce dopo un anticipo atteggiandosi a mosse di virile bellezza gladiatoria. Stacca bene, comanda meglio in regia: avanza in una sequenza di falcate non meno piacenti che energiche: avesse anche la legnata del gol, sarebbe il massimo mai visto sulla terra con il brasiliano Mauro, battitore libero del Santos e della nazionale brasiliana 1962. ([[Gianni Brera]])
 
==Note==
<references />
 
== Film ==