Differenze tra le versioni di "Proverbi livornesi"

tolti modi dire
(tolti modi dire)
<!-- Si raccomanda l'inserimento di una traduzione in italiano e la corretta distinzione fra proverbi e modi di dire -->
 
 
* A Livorno un ci sarà nulla... ma ci s'ha tanta 'gnoranza!
*Ama' senz'esse' amato è come pulissi 'r culo senza ave' caato.
*A un livornese ci vole cento lire pe' fallo 'omincià e mille pe' fallo smette.
*A Livorno, 'r peggio portuale sona 'r violino co' piedi.
*Avete mangiato ne' bussoli fin'a ieri!
*A entra' son zucchini, a usci' son coomeri
 
*Bella 'osa arzassi presto, fà un po d'acqua e tornà a letto.
*Brutta in viso, e sotto il paradiso.
*Boia deh!
 
==C==
*Chi more puzza e chi vive sgalluzza.
*Chi ride 'r venerdì e non ha chierica, sorride 'r sabato e piange la domenia.
* Chi tromba solo 'on la su' moglie un vor bene nemmeno a su' figlioli
*Chi ce l' ha più lungo se lo tiri.
*Chi va ar cesso e un caa bene, tre vorte va e tre vorte viene.
*Coscia lunga, taglio fine.
*Culo alto, ci fò un salto
*C' ha più ori leilì della Madonna di Montenero! [http://it.wikipedia.org/wiki/File:Madonna_di_Montenero,_Livorno.JPG]
*La vita è un lampo, pigliallo 'n culo è 'n baleno.
*Cazzo ritto un vò consiglio!!!
*Ci sta come 'r cavolo a merenda
 
==D==
==E==
<!-- Si raccomanda l'inserimento di una traduzione in italiano e la corretta distinzione fra proverbi e modi di dire -->
*È come leccà la potta co' le mutande.
*È 'onti tornano, i vaini no.
*È 'un piscio mia dall'orecchi!
*È 'un piscio mia dai peli!
*È ti danno noia anche le 'arrozze 'he vanno a Montinero
*E ci 'onci.
 
==F==
*Facile fa ir finocchio cor culo di vell'altri.
*Fra r'culo e la fia c'è un passo di formia.
 
*Fa' vaini co' Pisani.
*Forza buo passa le cee.
*Fai onco ai ba'i ce'i
*Fava ritta un vor consigli!
*Fritta è bona anco 'na ciabatta!
*Fai onco alla società dei lezzi.
 
==G==
<!-- Si raccomanda l'inserimento di una traduzione in italiano e la corretta distinzione fra proverbi e modi di dire -->
*Gli amici sono 'ome ' fagioli: parlano dietro.
*Grassezza mezza bellezza.
 
 
==H==
<!-- Si raccomanda l'inserimento di una traduzione in italiano e la corretta distinzione fra proverbi e modi di dire -->
*Ha preso più schizzi lei ner viso/muso che li scogli di 'alafuria.
*Hai caàto fori dar vaso.
*Hai mangiato l'ovo n'culo alla gallina.
*Hai voglia di bè ova! E... un ti rimetti!
*Hai girato più te della merda ne' tubi
 
==I==
<!-- Si raccomanda l'inserimento di una traduzione in italiano e la corretta distinzione fra proverbi e modi di dire -->
*Ir bacio è 'na telefanata ar cazzo perché si tenghi pronto
<!--*I discorsi li porta via il vento, le bicirette i livornesi-->
*I livornesi sono più ignoranti delle capre di Castellina che si grattano il culo 'olle 'orna
*In fatto d'eleganza piscia in culo a tutti
*Ir cazzo 'un vor pensieri.
*Ir quadribudiulo di tu ma.
 
==L==
*Le novità di questo porto? O piove, o tira vento, o sona a morto.
*Le donne sono come le sarcicce: budelle fori, maiale dentro e vanno 'onsumate carde.
*L'hai in Domo, come sonà a predìa.
*La signora der Cignù, c'ha na fame un ne por più.
*Le donne o so' puttane o volano!
*L'omo vero si vede co' le fie brutte
*Le leggi in Toscana durano una settimana..a Livorno un giorno.
 
==M==
<!-- Si raccomanda l'inserimento di una traduzione in italiano e la corretta distinzione fra proverbi e modi di dire -->
*Meglio disoccupato a Antignano [http://it.wikipedia.org/wiki/Antignano_(Livorno)] che ingegnere a Milano ''(Antignano è un bel quartiere sul mare con un accogliente moletto ideale per passare le giornate al sole e al vento)''
*Meglio 'n quer corpo lì che 'n fanteria.
*Meglio puzzà di merda 'e di povero.
*Meglio ave' i pantaloni rotti ar culo che un culo rotto ne' pantaloni.
*Meglio invidiati 'he compatiti.
*[[Maiale]] pulito un fu mai grasso.
*Meglio lei nuda che te vestito a festa!
*Meglio lei a letto che te a chilo!
*Meglio un culo piatto che un piatto in culo.
*Meglio un morto in casa che un pisano all'uscio.
*Meglio un'acciuga ar mare che un'aragosta al lavoro
 
==N==
Nella mi' vita ho visto più comete che fie.
 
==O==
*Per un soldo, un canta un ceo.
*Piccino un lo senti, grosso ti fa male
*Potta, bui di 'ulo e ponci.
*Più schifo fai, meno spese hai.
*Preciso 'ome un dito 'nculo!
*Piu che morì un si pole!
 
*Quando la bocca piglia e ir culo rende, vo 'n culo alle medicine e chi le vende!
*Quaini e corna, chi ce l'ha son sua.
 
==R==
<!-- Si raccomanda l'inserimento di una traduzione in italiano e la corretta distinzione fra proverbi e modi di dire -->
*Resisto più sott'acqua che a lavorà !
 
==S==
*Se 'r mondo fosse 'n culo, Livorno sarebbe 'r buo.
*Se voi fa' 'n dispetto a Cristo, da 'n povero facci 'n ricco.
*Si lavora, si fatìa, per 'er pane e pella fia, si lavora tutto l'anno ma la fia un ce la danno.
*Se vo' fa' come ti pare, A Livorno devi andare.
*Si sta meglio vì che sotto ar filobusse.
*Se le troie volassero a te ti darebbero da mangià con la fionda.
*Se donna 'un vòle, omo 'un pòle.
*Sai 'osa, e ragioni vanto i vattro mori.
*Sei di fori come 'n terrazzo.
*Sei morvidino te.
*Sai 'osa e sei mutolino.
*Sei 'ome Maria: larga di 'ulo e stretta di fia
*Sei simpati'o come un gatto attaccato a 'oglioni
*Sei sempre in mezzo, come il bùo der culo
*Sogni e scurregge vanno lasciati sotto le 'operte
*Se avvezzi ir culo ar peto, quando serve un starà mai cheto.
*Sei più brutto te d'un incidente sull'Arnaccio!
*Spoglieresti un pidocchio per vestì 'na puce
*Straccio disse male di cencio
 
==T==
<!-- Si raccomanda l'inserimento di una traduzione in italiano e la corretta distinzione fra proverbi e modi di dire -->
*... tanto mangio dagli orecchi!
*Tre donne fanno 'n mercato, quattro 'na fiera.
*Tromba di 'ulo, sanità di 'orpo: aiutami 'ulo sennò son morto.
*T'avessi in culo t'andrei a caà alla Meloria[http://it.wikipedia.org/wiki/Torre_della_Meloria].... (cor vento di terra!!!!) ''(così si usa rivolgersi a persona particolarmente molesta, di cui potendo ci si libererebbe definitivamente)''
*Tranquillo c'aveva le corna.
*Tutti finocchi cor culo dell'artri!
*Tre cose 'un si sopportano: gioà di nulla, bacio di moglie e caffellatte diaccio.
*Te si che sei 'n' 'omo, mi'a tu' mà.
*Ti cao sur petto.
 
==U==
<!-- Si raccomanda l'inserimento di una traduzione in italiano e la corretta distinzione fra proverbi e modi di dire -->
*'Un ti mette' 'n cammino se la bocca 'un sa di vino.
* Un piscio mia dar culo dhe' !
* Un ciànno mia cresciuti(allevati) a bucce di coomero.
* 'Un c'è ciuo 'he t'accontenti.
* Un friggo mia coll'acqua!
* 'Un ti prendo a stiaffi perché la merda schizza.
*Un tieni nemmeno un cecio in culo
*Un reggi nemmeno 'r semolino!
* Un piscio mi'a dall'orecchi!
* Un si piscia mi'a co' peli!
* 'Un vorrai mia insegnà a babbo a pipà
*Un ci vedi dalla bocca ar naso!
 
==V==
*Voglia di lavora' sartami addosso, ma fammi lavora' meno 'e posso.
*Vento di ponente: acqua fino a' 'oglioni e pesci niente.
*Voi fa le scureggie più grosse del culo e poi ti cai addosso.
*Vive di meno che n'gatto sull'Aurelia!
 
[[Categoria:Proverbi toscani|Livornesi]]
Utente anonimo