Differenze tra le versioni di "Malcolm X"

278 byte aggiunti ,  9 anni fa
+1
(+1)
'''Malcolm X''', pseudonimo di '''El-Hajj Malik El-Shabazz''' (1925 – 1965), attivista politico e leader religioso statunitense
 
* Di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente; si limitano a piangere della propria situazione. Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose. (da ''Malcolm X Speaks: Selected Speeches and Statements'', George Breitman, 1965; citato in Marina Bacchiani, ''Un piccolo delitto di provincia'', Editrice UNI Service)
*{{NDR|[[Ultime parole]] rivolte ai suoi assassini}} Fermi! Non agitatevi. Calma, fratelli!
:''Hold it! Don't get excited. Let's cool it, brothers!''<ref>Riportato da Alex Haley nell'epilogo dell'''Autobiografia di Malcolm X'', ''Ballantine Books'', 1999, ISBN 0345350685.</ref>
* Le [[Prostituzione|prostitute]] dicevano che la maggior parte degli uomini avrebbe dovuto conoscere la [[donna]] quanto i protettori. La donna dovrebbe essere coccolata in modo da percepire l'affetto dell'uomo, ma trattata con severità... tutte le donne sono per natura fragili e deboli: sono attratte dall'uomo nel quale vedono la forza... La mia esperienza è fin troppo estesa e dimostra che le donne sono creature infide, ingannevoli e menzognere.<ref name=>citato in [[Charles Shaar Murray]], ''Jimi Hendrix: una chitarra per il secolo'' (''Grosstown Traffic: Jim Hendrix and post-war pop''), traduzione di Massimo Cotto, Giangiacomo Feltrinelli Editore, Milano 1992. ISBN 88-07-07025-1</ref>
* Non si può separare la [[pace]] dalla [[libertà]] perché chi non è libero non può essere in pace. (da ''Malcolm X Speaks''; citato in Roberto Giammanco, ''Malcolm X: rifiuto, sfida, messaggio'', Dedalo)