Differenze tra le versioni di "Alessandro Manzoni"

Annullata la modifica 482776 di 95.226.248.11 (discussione)
(Annullata la modifica 482776 di 95.226.248.11 (discussione))
*La [[modestia]] è una delle più amabili doti dell'uomo superiore: si osserva comunemente che essa cresce a misura della superiorità: e questa si spiega benissimo con le idee della religione. La superiorità non è altro che un grande avanzamento nella cognizione e nell'amore del vero: la prima rende l'uomo umile, e il secondo lo rende modesto. (da ''Sulla modestia e sulla umiltà'', cap. XVII)
 
=='''''Per una prima comunione''==
===[[Incipit]]===
Mia cara Vittoria,
 
''''''Testo in grassetto''''''
La tua lettera mi reca una di quelle vive consolazioni, che il Signore serba talvolta, a quelli che ha più severamente visitati. Sì, mia Vittoria, il sentimento che hai dell'inneffabile grazia che ti prepari a ricevere, mi dà la soave fiducia che essa sarà per te un principio di grazie continue, di non interrotte benedizioni.
 
*Chi ti ha dato il comando ti promette egli il soccorso.
*Confida tanto più, quanto più ti senti debole, perché il Signore non manca a chi si conosce e prega.
{{NDR|Alessandro Manzoni, ''Per una prima comunione'', alla figlia Vittoria a Lodi, citato in [[Dante Leonardi]], ''Spighe d'oro''}}'''
 
==''Storia della colonna infame''==
132

contributi