Differenze tra le versioni di "Psych (sesta stagione)"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  8 anni fa
*'''Shawn''': Dietro a ogni grande uomo c'è una grade donna, e nel mio caso quella donna è un'intelligiente, sofisticato stallone dalla fronte spaziosa di nome Burton! È nero, e sa ballare! Ho bisogno di te Gus, perché... i cambi di tono sono dificili per me e qui la cosa si fa seria! Avanti! Clark Kent ha bisogno di Superman!<br />'''Gus''': È lo stesso personaggio!<br />'''Shawn''': Lo so...
*'''Jules''': Non ti voglio qui. E ho trent'anni di buoni motivi ma ho deciso di essere rispettosa!<br />'''Frank''': Ti capisco, ma ho voltato pagina!<br />'''Jules''': Hah! E quante pagine hai voltato in questi anni? {{NDR|pusa}} Le stai ancora contando?<br />'''Shawn''': Posso dire una cosa? So di essere in brutte acque-<br />'''Jules''': Non sei in brutte acque!<br />'''Shawn''': Ah no?<br />'''Jules''': No, dovrai darti da fare per essere in brutte acque!<br />'''Shawn''': Ok, sono su un'isola, con niente intorno e- {{NDR|Jules lo guarda male}} Oppure in uno tsunami? {{NDR|lo sguardo di Jules non cambia}} Sono in uno tsunami? {{NDR|Jules annuisce}}
*'''Frank''': {{NDR|rivolto a Jules}} Mi ricordo di una bambina di sei anni che ammaliava chiunque pur di vendere fino all'ultima goccia della peggior limonata mai fatta!<br />'''Jules''': Era senza zucchero!<br />'''Shawn''': {{NDR|rivolto a Jules}} Ho assaggiato la tua limonata, è piuttosto insipida al palato.<br />'''Gus''': {{NDR|rivolto a Jules}} Lo zucchero àè un'ingredien-<br />'''Jules''': {{NDR|innervosita}} Va bene!
*'''Jules''': Sai, è curioso, dopo che la mamma ti ha buttato fuori e ha cambiato tutte le serrature, mi chiedevo come riuscissi a intrufolarti nella mia stanza e a lasciarmi regali sul comodino. Alla fine ho capito che eri solo molto bravo a smontare la finestra e ha rimetterla a posto. Dentro e fuori, come un fantasma.<br />'''Frank''': Non so a cosa ti riferisci.<br />'''Jules''': Sei un vigliacco.<br />'''Frank''': Non è necessario.<br />'''Jules''': In realtà avrei voluto dirtelo da tanto tempo. La tua vita è stata così priva di onestà che appena ne avvertivi un po' dietro l'angolo eri già scappato dalla porta più vicina!<br />'''Frank''': Peccato che tu la veda così.<br />'''Jules''': Non la vedo io, Frank, è la verità. {{NDR|Frank si volta e fa per andarsene}} Non ho finito! {{NDR|Frank si volta di nuovo}} Non so se l'hai notato ma non sono più una bambina, e non me ne starò seduta a sprecare il mio tempo e le mie lacrime pensando a tutte le recite e a tutti i compleanni persi, ma quello che mi fa davvero soffrire è che non ci sarai nei momenti avvenire.<br />'''Frank''': Questo non puoi saperlo.<br />'''Jules''': Si invece. Perché è una mia scelta. E io non ti ci voglio.<br />'''Frank''': Non dirai sul serio?<br />'''Jules''': Dico sul serio eccome. Perché mi sento ingannata. Mi sento derubata. Perciò congratulazioni, Frank: la truffa più grande di tutte l'hai fatta a tua figlia!
*'''Frank''': Mi dispiace davvero. Gli errori e le scelte che ho fatto sono imperdonabili. Io... io voglio cambiare. Ma ovviamente devo fare altri esami di coscienza. Malgrado i miei difetti, la cosa a cui non posso rinunciare sono i momenti più importanti della sua vita.<br />'''Jules''': Ne hai persi troppi. Peccato.<br />'''Frank''': {{NDR|pausa}} Meritavi il primo premio a quel concorso in quinta elementare, l'unico motivo per cui vinse quella mocciosa di Wendy Banks è che sua madre flirtava col giudice. E la canzone che hai cantato, ''Time After Time''... fu un'ottima scelta. Una voce d'angelo. E quel clown giocoliere alla festa del tuo nono compleanno... era terribile, un criminale, ma ho tanti... ho davvero tanti tuoi bei momenti di cui andare orgoglioso Juliet. Ma il più bello è stato quando... quando hai giurato e ti hanno dato il distintivo e ho capito che, per fortuna... non eri come me.<br />'''Jules''': {{NDR|lacrimando}} Perché ti nascondevi?<br />'''Frank''': Tua madre si è risposata, vedevo che bravo patigno fosse Lloyd per te e i ragazzi e mi sono fatto da parte. E... una parte di me pensava, che ti saresti vergognata se mi fossi fatto vivo.<br />'''Jules''': {{NDR|commossa}} Non mi sono mai vergognata. Mi hai molto delusa, ma non mi sono mai vergognata.
Utente anonimo