Differenze tra le versioni di "James Stewart"

m
Automa: Correzione automatica trattini in lineette.
m (Automa: Correzione automatica trattini in lineette.)
==Citazioni di James Stewart==
*La cosa grande del cinema è il potenziale che i film hanno di... di comunicare le cose visivamente... il cinema ti viene più vicino di qualunque altra cosa, la gente ''ti guarda negli occhi''. <ref name=Bogdanovich>citato in Peter Bogdanovich, ''Chi c'è in quel film? Ritratti e conversazioni con le stelle di Hollywood'', traduzione di Roberto Buffagni, Fandango Libri, 2008</ref>
*Non ricordava il titolo ma quella cosa minuscola - non sarà durata neanche un minuto - quella se l'era ricordata per tutti quegli anni... Ecco ''è quella'' la cosa, la cosa grande del cinema... Che quando hai imparato il mestiere, e se sei bravo e Dio ti aiuta e hai la fortuna di avere una personalità che buca lo schermo, ecco: allora quello che fai è... è dare alla gente dei piccoli... dei piccoli, minuscoli frammenti di tempo... che non scorderanno mai più. <ref name=Bogdanovich/>
*{{NDR|Sui suoi inizi nel cinema}} Mi piaceva. Mi è piaciuto moltissimo fin da subito. Non ho sentito per niente la mancanza del teatro. Anche quello che si sente in giro, che gli studios erano un'enorme fabbrica e basta, non è vero... era bellissimo. C'era sempre qualcosa da fare. [...] Fare cinema era... era più emozionante, ai vecchi tempi... ci si divertiva di più. [...] E anche i ruoli, si poteva trattare, non è che dovessi accettare tutto quello che ti proponevano. Si poteva trattare. <ref name=Bogdanovich/>
*Appena arrivato a Hollywwod, uno dei primi provini che mi hanno fatto è stato per ''"La buona terra"''... e sai che personaggio era? Un cinese! Mi truccano - ci è voluta una mattinata intera - e mi mettono insieme a Paul Muni. C'era solo un dettaglio sbagliato: ero troppo alto! Così scavano una trincea e mi ci fanno camminare dentro, mentre Paul Muni camminava lungo il fosso. Non ho avuto la parte. L'hanno data a un cinese vero! <ref name=Bogdanovich/>
*Mi resi conto che dovevo darmi una mossa, che non potevo continuare a esitare e balbettare - oltretutto a volte esageravo... ho rivisto un mio vecchio film, ''"Nata per danzare"'', e a momenti vomitavo... dovevo... dovevo diventare più duro. <ref name=Bogdanovich/>
*Ho sempre sentito che il pubblico era ben disposto verso di me, amichevole. <ref name=Bogdanovich/>
*Una star è una persona alla quale ti puoi affezionare. <ref name=Bogdanovich/>
 
==Chi c'è in quel film? Ritratti e conversazioni con le stelle di Hollywood==
*{{NDR|Da una scena di "Scandalo a Filadelfia"}} Abbiamo fatto una scena insieme in cui lui era ubriaco... bè, sono rimasto affascinato, mentre lo guardavo - nel film si vede benissimo. Era talmente bravo! ([[Cary Grant]])
*Anche solo la straziante sequenza finale di ''"La donna che visse due volte"'' basterebbe a renderlo immortale. ([[Peter Bogdanovich]])
*Aveva alcune delle qualità di [[Gary Cooper]]. Quella indefinibile integrità personale, è durissima far sembrare cattivo Jimmy Stewart. ([[Frank Capra]])
*Ci credeva il mondo intero a James Stewart. Non l'hanno mai beccato a recitare. ([[Peter Bogdanovich]])
*Dopo aver comandato quei B-29, Jimmy non si sentiva a posto a tornare nel cinema. A metà di ''"La vita è meravigliosa"'', il suo primo film del dopoguerra, mi disse... mi disse che secondo lui fare l'attore non era una cosa dignitosa. Recitare era diventato una cosa sciocca, insignificante, a paragone di quello che aveva visto. Mi disse che pensava di finire il film e poi di smettere. Nel film c'era Lionel Barrymore che pensava che recitare fosse una delle più onorevoli e importanti professioni mai inventate - e te lo cantava chiaro anche. Un giorno mi dice: "E' bravo quel Jimmy Stewart", "eh si" gli rispondo io "ma pensa di smettere". "Sul serio? Perchè?" E gli riferii quello che mi aveva detto Jimmy. Qualche giorno dopo Lionel Barrymore parlò a Jimmy. "Mi dicono che secondo te non vale la pena di recitare" comincia, e poi gli fa una predica sull'arte dell'attore come non ne ho mai più sentite in vita mia. "Ma non ti rendi conto che tocchi la coscienza di milioni di persone, che dai forma alle loro vite, che gli comunichi un senso di esaltazione... quale altra professione ti dà in consegna un simile potere? [...] Recitare è una delle più antiche e nobili professioni del mondo giovanotto." Jimmy non me ne ha mai parlato, ma secondo me il discorso di Barrymore fece effetto. Non lo ha mai detto, ma secondo me Jimmy ha deciso che se doveva essere un attore, sarebbe stato il migliore di tutti. ([[Frank Capra]])
*Era bravo a fare tutto. Recitava se stesso, ma recitava anche il personaggio... al pubblico piace, piace sempre. ([[John Ford]], pp. 364-365)
*Era un tipo talmente divertente, a starci insieme. Che risate ci facevamo! ([[Henry Fonda]])
69 545

contributi