Honoré Gabriel Riqueti de Mirabeau: differenze tra le versioni

m
varie minime
m (varie minime)
'''Honoré Gabriel Riqueti''', conte di '''Mirabeau''' (1749 – 1791), scrittore, diplomatico e rivoluzionario, agente segreto e uomo politico francese.
 
*L'[[uomo]] è coinvolto nel circolo di una grande legge: la legge del movimento impresso alla materia. Ogni ordine morale, ogni ordine sociale, ogni ordine nazionale o internazionale è sottoposto alla legge primitiva, essenziale, fondamentale della necessità fisica. (da ''Philosophie rurale'', vol. I, p. XVII; citato in Miglio 2001, p. XX)
 
*L'uomoOgnuno è coinvoltoo nel circolocrede di unaessere grandelibero legge:nella lasua legge del movimento impresso alla materia. Ogni ordine moralesfera, ognie ordineognuno sociale,è ogniattratto ordinedalla nazionalevista odel internazionaleproprio èbene sottoposto alla legge primitiva, essenziale,a fondamentaleconcorrere dellaal necessità[[bene]] fisicauniversale. (da ''Philosophie rurale'', vol. I, p. XVII50; citato in Miglio 2001, p. XXXXI)
*Ognuno è o crede di essere libero nella sua sfera, e ognuno è attratto dalla vista del proprio bene a concorrere al bene universale. (da ''Philosophie rurale'', vol. I, p. 50; citato in Miglio 2001, p. XXI)
*L'uomo, come tutto il resto della creazione, è sottomesso e inglobato nelle leggi essenziali dell'ordine naturale [...] il termine fisiocrazia è inteso proprio in questo senso: è dalle cose che gli uomini sono governati. (da ''Précis de l'ordre légal'', Amsterdam, 1768, p. 216; citato in Miglio 2001, p. XX)
*{{NDR|Su [[Maximilien de Robespierre|Robespierre]]}} Quest'uomo andrà lontano, perché egli crede in tutto ciò che dice.<ref name=Rud>citato in [[George Rudé]], ''Robespierre'', traduzione di Maria Lucioni, Editori Riuniti, 1981</ref>
==Note==
<references />
 
==Altri progetti==
{{interprogetto|w|commons=Category:Honoré Mirabeau}}
28 514

contributi