Differenze tra le versioni di "Māṇḍūkya Upaniṣad"

::{{NDR|Lo yogi}} sa che il [[Shiva|Signore del sonno]] rappresenta questo quarto-stato (''turīya'') non duale, non differenziato, che è la pace. (7; citato in [[Alain Daniélou]], ''Miti e dèi dell'India'', traduzione di Verena Hefti, BUR, 2008)
*L'OM senza misura è il Quarto, di là da ogni sviluppo di manifestazione, benedico, non duale. Così la sillaba OM è l'ātman. Colui che conosce ciò, immerge l'atmā [manifesto] nell'ātman [supremo]. (I, 12; 2010)
*Come gli oggetti interni circoscritti [nel [[sogno]]] sono non reali, allo stesso modo sono non reali [gli oggetti] allo stato di veglia. (II, 4; 2010)
 
==Note==
28 509

contributi