Differenze tra le versioni di "Laurence Olivier"

*Il mio solo dispiacere durante la tournée di The farmer's wife fu quello di non essermi innamorato e sposato. Morivo dalla voglia di sposarmi così, con la benedizione di Dio, avrei potuto godermi il sesso, dal cui pensiero cominciavo a essere ossessionato ininterrottamente. Potreste forse pensare, e con ragione, che ciò ostacolasse il mio lavoro; non fu così, perlomeno non in modo pregiudizievole. Non ci furono avventure romantiche, oh no, no certamente - senza matrimonio sarebbe stato un peccato più che mortale e io ero molto religioso, e lo ero sinceramente. La fede religiosa avrebbe dovuto avere la meglio sui "cattivi pensieri" e scacciarli. Ma, evidentemente, non avevo la stoffa del martire e quasi sempre i pensieri sessuali vincevano. Travagliato da questo compromesso continuai nelle mie convinzioni e abitudini religiose fino all'età di ventitré anni, fino al giorno in cui, di fatto, mi sposai; pensatela come vi pare. (p.48)
*Aveva annusato fin dall'inizio che io ero un tipo dalla risata facile. Potevo a stento controllarmi alle risate del pubblico, anche se erano le stesse tutte le sere. Un giorno Noel mi prese in disparte e mi disse: "Senti un po', Larry mio, tu sei uno che ha la risata facile, vero?". "Si," risposi. "Allora ascoltami: ho intenzione, ho deliberatamente intenzione, di tormentare questa tua debolezza. Abbiamo davanti a noi tre mesi a Londra e poi quattro a New York. Ecco quello che farò. Farò tutto quello che potrò per farti ridacchiare fino a farti morire a ogni spettacolo [...] e se nove mesi di questo trattamento non cancelleranno questa macchia da dilettante nel tuo per altro brillante giovane talento, allora farai davvero meglio a incominciare a vedere di rimediarti un altro lavoro." (p.51)
*Gli sforzi di ingraziarmi Ralph lo lasciarono freddo, indifferente e superiore. [...] Non ero molto abile a farmi degli amici, forse perchè le mie avances erano evidentemente impacciate. (p.55)
*Con incredibile presunzione, mi diedi immediatamente da fare per incontrarla spinto dalla decisione che, con dei genitori del genere, anche se non bellissima sarebbe andata benissimo come moglie. Non avevo nessuna voglia di aspettare una donna più adatta, morivo dalla voglia di sposarmi ed era improbabile che alla mia età (21 anni) trovassi qualcosa di meglio e così, con il mio stile inconfondibile e secondo i miei canoni, mi innamorai subito di lei. [...] Ci mise quasi due anni per dirmi di sì e in realtà non mi corrispose mai. (p.56)
 
==Citazioni su Laurence Olivier==
1 719

contributi