Differenze tra le versioni di "Sergej Aleksandrovič Esenin"

*La luna, rana d'oro del cielo. (frammento da ''L'acero antico'')
*Teneramente malato di memorie infantili | Sogno la [[nebbia]] e l'umido delle sere d'[[aprile]]. (frammento da ''Confessioni di un teppista'')
*Quanti pensieri chiusi nel segreto, | quante canzoni composte a bassa voce: | Ma sì, felice sono in questo nero universo | d'ogni respiro, d'ogni cosa vissuta. | Felice di aver baciato le donne, | pestato i fiori, corso nell'erba, | e mai aver battuto sul capo le bestie | nostri fratelli minori. (frammento di poesia senza nome, tratta dalla raccolta ''Russia sovietica'', 1924)
*Ed è forse un gioco dilettevole l'amore? | Mi baci, e le tue labbra sono di metallo. (frammento di poesia senza nome, tratta dalla raccolta, ''Mosca delle bettole'', 1923)
*Immaginare qualcosa di nuovo, | di sconosciuto all'erba e alle zolle, | un qualcosa che appartenga solo al cuore | e all'uomo sia impossibile dare un nome. (frammento di poesia senza nome, tratta dalla raccolta, ''Mosca delle bettole'', 1923)
Utente anonimo