Differenze tra le versioni di "Marsilio Ficino"

m
perché nascondere i riferimenti?
(Sopra lo Amore: correggo una citazione e ne aggiungo un'altra)
m (perché nascondere i riferimenti?)
{{PDA}}
[[Immagine:Marsilio Ficino.JPG|thumb|190px|Marsilio Ficino]]
'''Marsilio Ficino''' (1433 – 1499), filosofo e umanista italiano.
 
*Il tuo Alessandro Filicario saluta, uomo tanto saggio quanto caro a noi, dunque carissimo.
:''Salutat Alexander Filicarius tuus, vir quantum probus tantum nobis carus, ergo carissimus.'' (lettera a [[Lorenzo de' Medici]] del 13 gennaio 1474 dalla raccolta ''Lettere'', vol I, Firenze 1977, p. XXII)
*Il vero [[Amore]] non è altro che un certo sforzo di volare a la divina bellezza, desto in noi dallo aspetto della corporale bellezza. (da ''Sopra lo Amore'', <!--orazione VII, cap. XV,--> p. 157)
*La [[giovinezza|giovanezza]] essendo a la voluttà inclinata non si piglia se non con l'esca del piacere: perché fugge i rigidi maestri. (da ''Sopra lo Amore'', <!--orazione VII, cap. XVI,--> p. 159)
*La natura della bellezza non può essere corpo. Perché se ella fusse corpo non converrebbe alle virtù dell'animo che sono incorporali.<br />... concludiamo brevemente che la [[Bellezza]] è una grazia, vivace e spirituale, la quale per il raggio divino prima si infonde negli Angeli, poi nelle anime degli uomini, dopo nelle figure e voci corporali... (dal ''Trattato dell'amore'')
*Se c'è un'[[età]] che dobbiamo chiamar d'oro, essa è senza dubbio quella che produce dovunque ingegni d'oro. (dalle ''Lettere'')
22 142

contributi