Differenze tra le versioni di "Laurence Olivier"

==''Confessioni di un peccatore'' ==
 
*Mia sorella, essendo non solo l’unica donna in famiglia dopo la morte di mia madre ma anche la più grande di noi figli, aveva il privilegio di un bagno tutto per sé. Ma noi tre maschi, padre, figlio maggiore e minore, non godevamo di questo lusso, anzi, sembrava quasi che dovessimo ripagare il suo privilegio saltando nella stessa acqua uno dopo l’altro. Naturalmente papà per primo, poi Dickie e infine io. A quel punto l’acqua era in uno stato tale da poter esser definita a stento un mezzo detergente. (p. 10)
*Oggi spesso la gente chiede a mia moglie Joan: “Come fa a capire quando Larry sta recitando e quando no?” e mia moglie risponde sempre: “Larry? Oh, ma lui recita sempre”. In fondo al cuore so soltanto di non capire bene quando recito e quando no o meglio, per essere ancora più sincero, quando mento e quando no. Perché, cosa è la recitazione se non menzogna e cosa è la buona recitazione se non menzogna convincente? (p. 15)
*I più intelligenti tra i miei giovani colleghi, in continue conversazioni che hanno pateticamente per tema la ricerca di una qualche razionalizzazione della vita, sono d’accordo nel dire d’aver scelto questo mestiere per soddisfare un forte bisogno di “esprimere se stessi”. Per quanto mi riguarda non posso vantare nemmeno questo livello di intelligenza; onestamente devo confessare, con un po’ di vergogna, che ero conscio solo del mio bisogno di mettermi in mostra. (p. 15)
Utente anonimo