Differenze tra le versioni di "Brancaleone alle crociate"

 
*Non sapio notare! {{NDR|nuotare}} ('''Brancaleone''', "costretto" a gettarsi in un fiume dopo aver camminato sui carboni ardenti)
 
*Childericu, figghiu miu, sia rennùta grazia a Diu! Ah Turoni, sitibondu dellu scettro di Boemondu, sii frategghiu miu minori, ma in ferocia sii maggiori! Nì tempesta, nì cicluni, ponnu stare a paraguni col tremuoto dellu cori di un regali genitori, che ritrova il suo picciottu che pensava fosse mottu! ('''Boemondo''')
 
*Santu cielu! Che vidìa? Chistu non è figghio a mmia! ('''Boemondo''')
 
*Re Boemondo, scusa se parlo a te da paro a paro, ma lo sdegno meo si esprime rispondendo per le rime. Lo tuo seme è vivo e sano grazie a sette sgorbi e un nano. Ed in premio? Una contea? No! Nemmanco per l'idea! Ardi un foco: per ci dare uno lauto desinare? Nooo! Né pranzi né castella, tu ci abbruci la donzella! Oh nessuno certo è più magnifico d'un re! ('''Brancaleone''')
402

contributi