Differenze tra le versioni di "Brancaleone alle crociate"

*E qual mai potrìa esse lo meo iudicio, che da qua suso ommeni terragni tutti uguarmente brutti io vi contemplo? ('''Santo Colombino''')
 
*Non sapio notare! {{NDR|nuotare}} ('''Brancaleone''', "costretto" a gettarsi in un fiume dopo aver camminato sui carboni ardenti)
*Sono impuro. Eh eh! Bordellatore insaziabile, beffeggiatore, crapulone, lesto di lengua e di spada, facile al gozzoviglio... fuggo la verità e inseguo il vizio. ('''Brancaleone''')
 
*Un sol grido un solo idioma: scapòma! ('''Panigotto da Vinegia''')
 
*Re Boemondo, scusa se parlo a te da paro a paro, ma lo sdegno meo si esprime rispondendo per le rime. Lo tuo seme è vivo e sano grazie a sette sgorbi e un nano. Ed in premio? Una contea? No! Nemmanco per l'idea! Ardi un foco,: per ci dare uno lauto desinare? NoNooo! Né pranzi né castella, tu ci abbruci la donzella! Oh nessuno certo è più magnifico d'un re! ('''Brancaleone''')
 
==Dialoghi==
402

contributi