Differenze tra le versioni di "Brancaleone alle crociate"

{{cronologico}}
<!-- inserire in ordine cronologico -->
*{{NDR|Brancaleone ha catturato un pastore, Rozzone, che i pellegrini hanno scambiato per un infedele: Panigotto viene chiamato come interprete per capire ciò che il coatto "moro" dirà}}</br> '''Brancaleone''': Parla cane! Addove trovasi Gerosilemme, mh? <br /> {{NDR|Rozzone mugola qualcosa di incomprensibile}}</br> '''Brancaleone''': {{NDR|rivolto a Panigotto}} ...lo cane ha parlato. <br /> '''Panigotto''': Ripetere. <br /> '''Brancaleone''': Parla cane!! Addove trovasi Gerosilemme? <br /> '''Rozzone''': Non sape! Lo posto più vicino è Scatorchiano! <br /> '''Panigotto''': Ha ditto che lo posto più vicino è Scatorchiano. <br /> '''Brancaleone''': A che distanza trovasi codesta piazzaforte mora? Bada a non mi dicere lo vero! <br /> '''Rozzone''': Tre o quattromila pertiche, non chiù! <br /> '''Brancaleone''': {{NDR|rivolto a Panigotto}} Traduci. <br /> '''Panigotto''': Tre o quattromila pertiche, non più. <br /> '''Brancaleone''': Bene... e codesto lo intesi anco io! Che fai, mi prendi a gabbola? <br /> '''Panigotto''': Cavaliere, egli parla una lingua di ceppo cristiano [...] <br /> '''Zenone''': {{NDR|rivolto a Rozzone}} Ma tu chi sie? <br /> '''Rozzone''': Songo Rozzone, pasturo le crape! <br /> '''Panigotto''': Capre. Sono animali con la barba e le corna... <br /> '''Zenone''': Ma questa tera {{NDR|terra}} non è issa Tera Santa? <br /> '''Rozzone''': Magara fusse santa, frate meo! Ista è terra maladitta, tutta sassa e zeppaglie! <br /> '''Zenone''': Ma questa grand'acqua non es lo mare? <br /> '''Rozzone''': Mare? Noi da este parti lo dicemo "lago", ma pole esse!
 
*{{NDR|Brancaleone è disperato: i pellegrini, ad eccezion di poche persone, sono stati trucidati mentre lui era impedito dallo scafo della nave di raggiungere la battaglia. Sentendo l'onta su sé, prega la Morte affinché venga a prenderlo}}</br> '''Brancaleone''': Onta! Onta su me! Che l'onta mi sommerga e mi soffochi! Onta! Che mi sia tolta la colpa d'esser vivo fra cotanti morti! Morte. Vieni morte, bella morte. Piglia anco me, orsù che indugi, io ti invoco, tu non mi spauri. {{NDR|ride}} Che è mai la vita? Breve romore, sequìto da uno fiato ammorbante. {{NDR|ride}} E però {{NDR|perciò}} vienimi, vieni morte! Strappami a t'essa! T'affretta! Che fai morte, tentenni? Presto! Accorrimi ché più non reggo! Io te l'impongo!</br> '''Morte''': ''Son qua!!''
 
402

contributi