Differenze tra le versioni di "Alfred de Musset"

+citazione da "Premières poésies", +fonte
m (r2.6.3) (Bot: Aggiungo: uk:Альфред де Мюссе)
(+citazione da "Premières poésies", +fonte)
==Citazioni di Alfred de Musset==
*Con l'amore non si scherza.<ref>Titolo dell'omonima opera del 1834 (Rizzoli, 1954); anche «Non si scherza con l'amore» (Fabbri, 1969).</ref>
:''On ne badine pas avec l'amour''.
*I grandi artisti non hanno patria. (da ''Lorenzaccio'')
*''I più disperati sono i canti più belli | e ne so d'immortali che sono puri singhiozzi''. (da ''La notte di maggio'', in ''Poesie nuove'')
:I più disperati sono i canti più belli. Ne conosco di immortali che sono dei veri singhiozzi.
*Il bicchiere in cui io bevo non è grande, ma è mio. (da ''La Coupe et les Lèvres'', citato in [[Giuseppe Fumagalli]], ''Chi l'ha detto?'', Hoepli)
:''Mon verre n'est pas grand, mais je bois dans mon verre''.
*Mi manca il riposo, la dolce spensieratezza che fa della vita uno specchio dove tutti gli oggetti si dipingono un istante e sul quale tutto scivola. (citato nel film ''Les amants réguliers'')
*Niente ci rende così grandi, quanto un grande [[dolore]].
:''Rien ne nous rend si grands qu'une grande douleur''. (da ''La Nuit de mai'')
*I grandi artisti non hanno patria. (da ''Lorenzaccio'')
*{{NDR|in una lettera a [[George Sand]]}} Non eri che mia madre.
:''Tu t'es cru ma maîtresse, tu n'étais que ma mére''. (citato in [[Nino Salvaneschi]], ''Il tormento di Chopin'', dall'Oglio Editore, 1943)
*Non posso farci niente: mio malgrado, l'infinito mi tormenta. (da ''Premières poésies'', "L'Espoir en Dieu")
:''Malgré moi, l'infini me tourmente''.
 
===Senza fonte===
*L'uomo è l'apprendista, il dolore il maestro. Nessuno conosce se stesso finché non ha sofferto.
*La vita è un sonno, l'amore ne è il sogno e avrete vissuto se avete amato.
*Non posso farci niente: mio malgrado, l'infinito mi tormenta.
*Sono arrivato troppo tardi in un mondo troppo vecchio.
 
26 785

contributi