Differenze tra le versioni di "Mary Wollstonecraft"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  9 anni fa
m
fix link
m (r2.6.4) (Bot: Aggiungo: bg:Мери Уолстънкрафт)
m (fix link)
*Chi ha reso l'uomo il giudice esclusivo, se la [[donna]] condivide con lui il dono della [[ragione]]?
* Ci deve essere maggiore [[uguaglianza]] nella società, altrimenti la moralità non guadagnerà mai terreno e la moralità virtuosa non avrà solidità neanche se impiantata sulla roccia; finché una metà dell'umanità resterà incatenata alla sua base, la virtù sarà sempre minacciata dall'[[ignoranza]] e dall'[[orgoglio]].
* Desidero esortare le donne a impegnarsi per acquisire forza, sia fisica che mentale, e persuaderle che frasi tenere, animi impressionabili, delicatezza di sentimenti e raffinatezza del gusto, sono pressoché sinonimi di debolezza, e coloro che sono semplicemente oggetto di compassione e di quel tipo di [[amore]] che è stato definito suo parente, diventeranno presto oggetto di disprezzo.
* Diventino gli uomini più casti e modesti, e se allora le donne non diventeranno più sagge, al pari degli uomini, sarà chiaro che posseggono un intelletto più debole.
*È la [[giustizia]], non la [[carità]], che manca nel [[mondo]].
*Gli effetti positivi che derivano dall'educazione privata saranno sempre limitati, e il genitore che vuole veramente metterci mano andrà sempre in qualche modo incontro a delusioni, fino a quando l'educazione non diventerà un diffuso interesse nazionale.
* Il vincolo più sacro della società è l'[[amicizia]].
* L'[[amore]], per sua stessa natura, deve essere una condizione transitoria. Cercare il segreto che lo rende costante sarebbe folle come cercare la pietra filosofale o la grande panacea; e la scoperta risulterebbe inutile se non fatale per l'umanità.
* La massa fa da piedistallo agli eletti. Per questo oso dire che fino a quando le donne non riceveranno un'educazione più razionale, il progresso della virtù e della conoscenza umana continuerà a sollevare interrogativi.
*Le donne sono private della capacità di ragionare, come i soldati.