Differenze tra le versioni di "Stefano Benni"

m
m (Annullata la modifica 436381 di 93.65.65.137 (discussione), solo opere citate)
*Capiscilo tu, perché certi uomini non sanno più capire.
*Una volta all'uscita della scuola vidi Jeanne piangere, appoggiata al muro. Lui uscì e fece finta di non vederla.<br />– È tutta scena, Saltatempo – disse – le donne sono attrici, te ne accorgerai.
*Quando uno non distingue più i banditi dagli sceriffi -disse Gancio- vuole dire che è nella merda.
 
*Invece lo zio, con pazienza, le spiegò la legge di natura, che nel fiume il pesce mangia la mosca e la libellula e tutto quello che cade sul pelo dell'acqua. Il passero mangia il verme, la balena mangia il plancton che è un pulviscolo di animaletti, la mantide mangia il marito, il leone mangia lo gnu, noi uomini mangiamo metà delle razze del creato. E se proprio vogliamo trovare un senso cosmico, il verme alla fine si vendica perchè si mangia il pescatore, bello frollato.
{{NDR|Stefano Benni, ''Saltatempo'', Feltrinelli}}
 
8

contributi