Differenze tra le versioni di "Gottfried Wilhelm von Leibniz"

→‎Citazioni di Gottfried Wilhelm von Leibniz: no, sbagliavo, tre ci sono. Le sposto e correggo traduzione di una (subdolo errore...).
m (→‎Senza fonte: -1 idem (qui ce ne sono altre, presenti nella fonte che ho riportato, ma non hanno un riferimento bibliografico: le lascio))
(→‎Citazioni di Gottfried Wilhelm von Leibniz: no, sbagliavo, tre ci sono. Le sposto e correggo traduzione di una (subdolo errore...).)
*Considerando la [[matematica]] dal principio ai tempi di [[Isaac Newton|Newton]], ciò che costui ha fatto è ben più che la migliore metà.
:''Taking mathematics from the beginning of the world to the time of Newton, what he has done is much the better half.''<ref name=Quo />
*Il [[numeri|numero]] immaginario è un bello e meraviglioso espediente dello spirito divinoumano, quasi un anfibio tra l'essere e il non-essere.
:''The imaginary number is a fine and wonderful resource of the human spirit, almost an amphibian between being and not being.''<ref name=Quo />
*L'arte di [[scoperta|scoprire]] le cause dei fenomeni, o le vere ipotesi, è come l'arte della decrittazione, in cui un'ingegnosa congettura accorcia grandemente la strada.
:''The art of discovering the causes of phenomena, or true hypothesis, is like the art of decyphering, in which an ingenious conjecture greatly shortens the road.''<ref name=Quo />
*La [[musica]] è il piacere che la mente umana prova quando conta senza essere conscia di contare. (citato in [[Marcus du Sautoy]], ''L' enigma dei numeri primi. L'ipotesi di Riemann, il più grande mistero della matematica'', traduzione di C. Capararo, BUR Biblioteca Univ. Rizzoli, 2005)
*Le due opere, l'una in latino la seconda in italiano, che [[Giordano Bruno]] ha pubblicato sull'universo e sull'infinito e che ho letto altre volte, dimostrano che questo autore non mancava di penetrazione[...] sono i migliori libri che ha scritto. <ref>Citato in ''Immagini di Giordano Bruno 1600-1725'', Procaccini, Napoli 1996.</ref>
*L'[[anima]] è lo specchio di un universo indistruttibile.
:''The soul is the mirror of an indestructible universe.''<ref name=Quo />
*Nei [[simbolo|simboli]] si osserva un vantaggio nella [[scoperta]] che è maggiore quando esprimono concisamente l'esatta natura di una cosa e nel contempo la raffigurano; allora infatti la fatica del pensiero è fantasticamente ridotta.
:''In symbols one observes an advantage in discovery which is greatest when they express the exact nature of a thing briefly and, as it were, picture it; then indeed the labor of thought is wonderfully diminished.''<ref name=Quo />
*Niente è più importante che osservare quali sono le fonti delle [[invenzione|invenzioni]], secondo me più interessanti che le invenzioni stesse.
:''Nothing is more important than to see the sources of invention which are, in my opinion more interesting than the inventions themselves.''<ref name=Quo>tratto da ''[http://www-gap.dcs.st-and.ac.uk/~history/Quotations/Leibniz.html Quotations by Gottfried Leibniz]''</ref>
*È nel grande [[ordine]] che vi è un piccolo disordine.
*Il [[presente]] è gravido dell'avvenire.
*Il numero immaginario è un bello e meraviglioso espediente dello spirito divino, quasi un anfibio tra l'essere e il non-essere.
*L'[[arte]] è l'espressione più eccelsa di un'aritmetica interiore e inconscia.
*L'arte di scoprire le cause dei fenomeni, o le vere ipotesi, è come l'arte della decrittazione, in cui un'ingegnosa congettura accorcia grandemente la strada.
*Nei simboli si osserva un vantaggio nella [[scoperta]] che è maggiore quando esprimono concisamente l'esatta natura di una cosa e nel contempo la raffigurano; allora infatti la fatica del pensiero è fantasticamente ridotta.
*Non credo che un mondo senza il male, quando possibile, sarebbe stato preferibile al nostro. Altrimenti vivremmo in quello. Si deve, quindi, necessariamente credere che la presenza del male produca il bene più grande, altrimenti il male non sarebbe stato permesso.
*Ogni creatura rispecchia il Creatore.
26 773

contributi