Differenze tra le versioni di "Dolore"

759 byte aggiunti ,  9 anni fa
+1
(+ Henri Nouwen, - 1 (poco pertinente e non l'ho trovata nella pagina autore)
(+1)
*Come può infatti un solo essere umano soffrire di tutta la [[tristezza]] in cui si imbatte sulla faccia della [[terra]], della [[pena]] che affligge non soltanto gli uomini, ma gli animali e le piante, e forse le [[pietra|pietre]]? L'anima si stanca subito, e nel timore di perdere quel poco che capisce, si ritrae verso i principî permanenti che l'abitudine o il caso hanno dettata, e là soffre. ([[Edward Morgan Forster]])
*Dei dolori che toccano in sorte agli uomini, sopporta la tua parte con [[Pazienza]]. ([[Pitagora]])
*Dodici minuti [...] corrispondono all'effettiva durata verificata del dolore genuino. Qualsiasi cosa ''oltre'' i dodici minuti è autocommiserazione, e tentativi inutili di far sembrare più importanti i primi dodici minuti. Siamo una specie vanagloriosa, e se fossimo capaci di afferrare il fatto che anche la più ''sauvage'' di quelle che i francesi chiamano ''la grand passion'' provoca solo dodici minuti reali di dolore intenso, prima di cominciare ad attenuarsi, correremmo tutti sulle scogliere per buttarci come tanti lemming. Così lo giustifichiamo intensificandolo, facendolo sembrare importante, più logorante. Andiamo in giro per vent'anni dopo che la relazione s'è rotta, battendoci il petto e alzando lamenti al cielo. ([[Harlan Ellison]])
*Dov'è il dolore, là il suolo è sacro. ([[Oscar Wilde]])
*È cattiva la gente che non ha provato il dolore. [...] Perché quando si prova il dolore, non si può più voler male a nessuno. ([[Carlo Cassola]])
543

contributi