Differenze tra le versioni di "Virtù"

107 byte aggiunti ,  9 anni fa
+1
m (de sade)
(+1)
*Le virtù di [[Platone]] partivano dalla temperanza, e attraverso il coraggio e la saggezza giungevano sino alla giustizia; le virtù cristiane partono dall'abnegazione, e attraverso la dedizione alla volontà divina giungono all'amore. ([[Lev Tolstoj]])
*Nei paesi anglosassoni uno che si spacciasse per elettore di un partito non essendolo, verrebbe considerato con spregio totale tanto dagli avversari quanto dai suoi. Da noi – non c'è niente da fare – la [[furbizia]], che è una delle più spregevoli manifestazioni di assenza di talento, continua a sembrare una virtù. E dire "li ho fregati!" piace da matti, anche se è la voce del ladro a parlare. ([[Michele Serra]])
*Nessun vizio, però, è connaturale all’uomo, mentre lo è la virtù. ([[Guglielmo di Saint-Thierry]])
*Noi chiamiamo pomposamente virtù tutte quelle azioni che giovano alla sicurezza di chi comanda e alla [[paura]] di chi serve. ([[Ugo Foscolo]])
*Non c'è virtù che sia definitiva; tutte sono iniziali. ([[Ralph Waldo Emerson]])
12 407

contributi