Differenze tra le versioni di "Lorenzo de' Medici"

note su opere attribuite; canti carnascialeschi
m (→‎Bibliografia: specifico fonti e aggiungo Rime)
(note su opere attribuite; canti carnascialeschi)
'''Lorenzo de' Medici''', detto '''Lorenzo il Magnifico''' (1449 – 1492), Signore di Firenze, letterato e mecenate nonché diplomatico.
 
==Citazioni==
*Convien giucare e spender bei quattrini. (da ''Canzona de' confortini'', in ''Canti carnascialeschi'')
*''Dalla più alta stella | Disceso è in terra un divino splendore, | Gloriosa Regina, | Vergine e sposa, madre del Signore: | O luce mattutina, | Felice chi s'inchina | A questa santa madre onesta e pia''. (da ''Alla [[Maria|Vergine]]'')
 
*''Quant'è bella [[giovinezza]], | che si fugge tuttavia! | chi vuol esser lieto, sia: | di doman non c'è certezza.'' (da ''Canzona di Bacco'', in ''Canti carnascialeschi'')
==Canti carnascialeschi==
*''Quant'è bella [[giovinezza]], | che si fugge tuttavia! | chi vuol esser lieto, sia: | di doman non c'è certezza.'' (da ''Canzona di Bacco'', in ''Canti carnascialeschi'')
*Convien giucare e spender bei quattrini. (da ''Canzona de' confortini'', in ''Canti carnascialeschi'')
 
==[[Incipit]] di alcune opere==
===''La Nencia da Barberino''<ref>opera attibuita, di dubbia paternità</ref>===
<poem>Ardo d'amore, e conviemme cantare
per una dama che me strugge el cuore,
e mai ne vidi ignuna tanto bella.</poem>
 
===''Simposio o I Beoni''<ref>opera attribuita</ref>===
<poem>Nel tempo ch'ogni fronde lascia'l verde,
Et prende altro color, e'mbiancan tutti
Di star allegro, ò di futuro danno.</poem>
 
==Citazioni su Lorenzo dade' Medici==
*''È mi parea sentir sonar Miseno, | quando in sul campo Lorenzo giugnea | sopra un caval che tremar fa il terreno; | e nel suo bel vexillo si vedea | di sopra un sole e poi l'arcobaleno.'' ([[Luigi Pulci]])
 
==Note==
<references/>
 
==Bibliografia==
28 145

contributi