Differenze tra le versioni di "Georges Jacques Danton"

refuso
(refuso)
*{{NDR|[[Georg Büchner]]}} Nel suo dramma, ''La morte di Danton'', Danton è rappresentato come uomo vigoroso, di solido buon senso, che sceglie di godere i frutti di una rivoluzione che reputa ormai conclusa; mentre Robespierre, un fanatico di idee ristrette, che si crede più giusto e virtuoso degli altri, è pericolosamente convinto – ma non riesce a convincere Danton – che la rivoluzione debba continuare. ([[George Rudé]])
*Nell'Assia, in [[Germania]], anche [[Georg Büchner]], un giovane romantico di stampo più radicale di [[Walter Scott]], che era stato esiliato per aver preso parte all'attività politica clandestina agli inizi degli anni 1830, concentrò la sua attenzione sulla rivoluzione francese e, dopo aver letto [[François Mignet|Mignet]] e [[Adolphe Thiers|Thiers]], scelse Danton come eroe e [[Maximilien de Robespierre|Robespierre]] come anima nera. ([[George Rudé]])
*{{NDR|della morte di Danton e [[CamilleDesmoulinsCamille Desmoulins|Desmoulins]]}} Perirono così gli ultimi difensori dell'umanità e della moderazione, gli ultimi che cercarono di promuovere la pace tra i vincitori della rivoluzione e la pietà per i vinti. ([[François Mignet]])
*Pur con tante scorie, era un uomo, un'ardente realtà del grande grembo di fuoco della natura stessa. ([[Thomas Carlyle]])
 
15 808

contributi