Differenze tra le versioni di "Ursula Le Guin"

Aggiunto incipit "Dragonfly"
(Aggiunti incipit, bibliografia, Pedia)
(Aggiunto incipit "Dragonfly")
==[[Incipit]] di alcune opere==
===Ciclo di Earthsea===
====''Dragonfly''====
Gli antenati di suo padre avevano posseduto un ampio, ricco dominio nella vasta, ricca isola di Way. Senza reclamare alcun titolo o privilegio di corte nei giorni dei re, gestirono i possedimenti e la loro gente con fermezza, lungo tutti gli anni bui che seguirono alla caduta di Maharion, reinvestendo ogni profitto nella terra, assicurando una qualche forma di giustizia e respingendo le aggressioni di aspiranti tiranni. Con il ritorno all'ordine e alla pace dell'Arcipelago, sotto l'egida dei saggi di Roke, la famiglia per un tempo prosperò, e con essa le sue fattorie e i suoi villaggi.
 
====''I venti di Earthsea''====
Vele lunghe e bianche come ali di cigno portarono la nave ''Farflyer'' nell'aria estiva, attraverso la baia, dalle scogliere di Armed Cliffs verso Gont Port. L'imbarca­zione scivolò sull'acqua cheta oltre il molo, una creatu­ra del vento così sicura e aggraziata che un paio di cit­tadini intenti a pescare sul vecchio pontile la accolsero acclamando, agitando la mano per salutare i membri dell'equipaggio e l'unico passeggero in piedi a prua.
==Bibliografia==
*Ursula K. Le Guin, ''Città delle illusioni'', traduzione di Margherita Molinari, Longanesi & C., 1975.
*Ursula K. Le Guin, ''Dragonfly'', traduzione di Francesco Di Foggia, in "Legends. Racconti inediti dei maestri del nuovo fantastico", Sperling & Kupfer, 2001. ISBN 8820032007
*Ursula K. Le Guin, ''I reietti dell'altro pianeta (Quelli di Anarres)'', traduzione di Riccardo Valla, Ed. Nord, 2007. ISBN 9788842915294
*Ursula K. Le Guin, ''I venti di Earthsea'', traduzione di Piero Anselmi, Ed. Nord, 2004. ISBN 9788842913085
26 615

contributi