Differenze tra le versioni di "Jean-Charles de Borda"

sistemo fonti
(elimino stub)
(sistemo fonti)
'''Jean-Charles de Borda''', detto '''Chevalier de Borda''' (1733 – 1799), militare, matematico, fisico, ammiraglio e metrologo francese.
 
 
==Citazioni su Jean-Charles de Borda==
*Gli studiosi di idrodinamica si occuparono anche della ruota idraulica, sulla quale Jean-Charles Borda presentò uno studio completo all'Accademia delle Scienze di [[Parigi]] nel 1767, deducendo dalle sue equazioni un criterio per il funzionamento ottimo della ruota ("nessun impatto all'ingresso, nessuna velocità all'uscita"). (citato in [[Anna Millán Gasca]], ''Fabbriche, sistemi, organizzazioni'', Springer) ISBN-10 88-470-0303-2
 
*Lo schema dei pesi modifica la regola di equidistanza dei voti espressa nella prima ripresa. L'aggregazione intersettorriale è quindi la somma ponderata dei voti di Borda che dà come risultato un unico voto, che rivela lo scenario preferito dai produttori. (citato in "Premessa" a ''L'impatto della riforma PAC sulle imprese agricole italiane'', p. 131, ISMEA, Franco Angeli, Milano 2004)
*PerLo aggregareschema ledei preferenzepesi degli individui o di imprenditori appartenenti a specifici settori dell'agricoltura si è utilizzatamodifica la regola di votazioneequidistanza didei Borda.voti Secondoespressa questanella regolaprima diripresa. votazioneL'aggregazione ogniintersettorriale operatoreè esprimequindi la suasomma relazioneponderata didei preferenzavoti tradi diverseBorda alternative.che Per quantocome riguardarisultato ilun meccanismo diunico voto, in questo caso è previsto un solo votante nelle vesti di un cosiddetto "ossevatore sociale benevolo" che sirivela ponelo discenario voltapreferito in volta dal punto di vista deidai produttori, degli interessi del settore agroalimentare nel suo complesso, o dei consumatori. ((citato in "Premessa" a ''L'impatto della riforma PAC sulle imprese agricole italiane'', p. 131, ISMEA, Franco Angeli, Milano 2004)
 
*Per aggregare le preferenze degli individui o di imprenditori appartenenti a specifici settori dell'agricoltura si è utilizzata la regola di votazione di Borda. Secondo questa regola di votazione ogni operatore esprime la sua relazione di preferenza tra diverse alternative. Per quanto riguarda il meccanismo di voto, in questo caso è previsto un solo votante nelle vesti di un cosiddetto "ossevatore sociale benevolo" che si pone di volta in volta dal punto di vista dei produttori, degli interessi del settore agroalimentare nel suo complesso, o dei consumatori. (citato in "Premessa" a ''L'impatto della riforma PAC sulle imprese agricole italiane'', p. 131)
 
==Bibliografia==
*Anna Millán Gasca, ''Fabbriche, sistemi, organizzazioni'', Springer. ISBN 88-470-0303-2
*''L'impatto della riforma PAC sulle imprese agricole italiane'', ISMEA, Franco Angeli, Milano, 2004.
 
==Altri progetti==
20 329

contributi