Differenze tra le versioni di "Scipione detto anche l'Africano"

m
Automa: sistemo automaticamente alcuni degli errori comuni...
m (minuzie)
m (Automa: sistemo automaticamente alcuni degli errori comuni...)
* Solo quanno laggiù se farà chiaro, dietro quelli tetti, quanno se risente er carro de Fetonte che annuncia er giorno, allora il vecchio s'addorme, perché, così, è passata un'artra notte, e, pe' 'n artro giorno, nun ze more più. ('''Madre di Catone''')
* Certo, voi mette Scipione co' 'sti quattro ladroni che reggono la Repubblica? Ma Scipione è grande, invece le repubbliche, pe' sta' in pace, devono esse' fatta di gente piccola. ('''Catone''')
* Nun ve montate la capoccia, e ricordateve chi sete. Ma quale civiltà, romani? Pe' tirà su 'na casa che nun fosse 'na catapecchia avete dovuto ricorre a li greci (però prima je avete dovuto mena'). I ritratti, le pitture a sguazzo, i pupazzi de marmo e de bronzo, li nonni morti a mezzo busto... quelli ve li sete fatti fa' da li etruschi (a forza di sganassoni). Quanno, poi, s'è trattato de scrive' du righe de storia patria, avete dovuto pija' in ostaggio 'n artro greco, Polibio, perché a Roma quello che sa scrive' mejo, sì e no, sa fa la firma. Dice "C'avemo Plauto che scrive le commedie!"... un par de ciufole. Ma che scrive Plauto? Plauto copia, copia le commedie dei greci e dice che le ha inventate lui. PercuiPer cui, 'a giovanotti, io ve sto pe' dà 'na gran brutta notizia: tutta 'sta civiltà, 'sta coltura vostra non è altro che bottino de guerra. ('''Catone''')
* Scipione è finito! So' questi l'amici tui? Io li conoscevo, erano pure li mii. Fatte conto, questo chi è? È Marco Valerio? Nossignore! Marco Valerio è morto e sotterrato a Zama! 'Sto ber zitello chi è? È Curio Sestilio? Nossignore, Scipio'! Curio Sestilio nun po' regge er bicchiere pe' via che la lama de un carro falcato je ha stroncato le mano. E queste chi so'? So' le donne d'Africa che ce facevano da magna' e ce fasciavano le ferite dopo er combattimento e, la notte, facevano l'amore con noi piano piano pe' non facce male, perché eravamo tutt'a pezzi? Queste chi so', Scipio'? Queste so' mignotte! ('''Massimissa''')
* Me pare de esse' un postero di me stesso. Ma nun me sarò sopravvissuto? ('''Scipione''')
69 545

contributi