Differenze tra le versioni di "Luigi Maria Verzé"

convenzioni
(convenzioni)
'''Luigi Maria Verzé''' (1920 – vivente), sacerdote, imprenditore e accademico italiano.
 
{{Intestazione|''Wired'', intervistaIntervista di [[Gianluca Nicoletti]], ''Wired'', n.° 1, marzo 2009}}
*Senza la ricerca scientifica e senza la tecnologia d'avanguardia, un ospedale è ancora soltanto un lazzaretto!
*Io amo la macchina come espressione della nostra capacità intellettuale.
*È come se fossimo la clonazione di Dio, noi siamo il percorso di un neurone di [[Dio]].
*La [[vita]] è il più grande dono di Dio e su di noi incombe l'obbligo di rispettarla e conservarla sana il più a lungo possibile.
 
{{Intestazione|, intervistaIntervista di Aldo Cazzullo, pubblicata sul [[''Corriere della Sera]]'', 6 novembre 2009}}
*lei l' altra mattina ha visto [[Berlusconi]]. «Abbiamo rievocato i nostri precedenti incontri. La prima volta ci vedemmo in ospedale, al San Pio X. Erano i primi Anni 70, lui era un giovane imprenditore. Ed era malato seriamente. Io gli parlai: "Lei guarirà e farà grandi cose". Nel ' 94, al tempo della sua discesa in campo, gli dissi che lui era una benedizione per il Paese, un dono di Dio all' Italia»
*[[Fidel Castro|Castro]]? «Grand' uomo. Così prepotente, così simpatico. Mi faceva portare l' olio del mio Veneto e il Recioto. Dieci bottiglie: una la apriva in Consiglio dei ministri, le altre nove se le beveva lui. Ore e ore a parlare di tutto. Un carisma che ritrovo solo in [[Muammar Gheddafi|Gheddafi]]».
20 329

contributi