Differenze tra le versioni di "Luigi Tansillo"

(''La balia'')
*''Che porti Donna nove mesi, o diece | In ventre il parto; e poichè a luce è tratto, | Lo schifi, ed altra prendalo in sua vece. | Quando io penso a sì crudo, orribil atto; E che dai più miglior più s' abbia in uso, | Ne son per divenir rabbioso, o matto''.<br /> (p. 8)
*Che alproprio figlio il petto altrui procacci | E'l suo gli chiuda e mandilo in disparte, | Par, che'n pensarvi il sangue mi si agghiacci. (p. 10)
{{NDR|Luigi Tansillo, ''The Nurse'' (''La balia''), traduzione di [[William Roscoe]], The Third Edition, Printed by J. M'Creery, for CadellandCadell and Davis, Liverpool 1804Cald}}
 
==Citazioni su Luigi Tansillo==
*Il Tansillo, vissuto da fanciullo a corte, aveva conservato il pudore; cosa difficile sempre, difficilissima e quasi impossibile in quell'età di poeti cortigiani e scrocconi. Ed è bello il vedere il nostro poeta resistere alle tentazioni, ed ai suggerimenti di quello [[Pietro Aretino|Pietro Bacci]], che i contemporanei non si vergognarono di chiamare il divino; e di scusarsi quasi del non sapersi acconciare alla turpe usanza della scrocconeria. ([[Francesco Fiorentino]])
15 808

contributi